Il governo spunta una fiducia risicata mentre la piazza lancia uova a Montecitorio. Alcune defezioni nel Pdl hanno messo a rischio la tenuta della maggioranza. Per Beatrice Lorenzin, “andrebbero espulsi”. L’ex coordinatore Verdini non è d’accordo: “Noi siamo liberali, questi sono sistemi da Unione Sovietica”. L’opposizione non ha partecipato al voto con l’eccezione dei radicali. Rita Bernardini si difende così: “Noi votiamo contro il governo Berlusconi, mentre esponenti di Pd e Idv sono già passati dall’altra parte”. Intanto, gli studenti danno appuntamento a domani, per la manifestazione del 15 ottobre.
Servizio di Nello Trocchia e Paolo Dimalio

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Milano, assedio a Fininvest e Goldman Sachs

next
Articolo Successivo

Minzolini replica a Gianfranco Fini: “Fa uso improprio del termine faziosità”

next