Tensioni a Roma in via Nazionale tra gli indignati che si sono accampati davanti al Palazzo delle Esposizioni, in attesa della manifestazione del 15 ottobre, e le forze di dell’ordine. Sono a due passi da Palazzo Koch, sede della Banca d’Italia di Mario Draghi che a breve lascerà l’incarico per guidare la Bce. E sono proprio gli istituti finanziari come Bankitalia, la Banca centrale europea e il Fondo monetario internazionale i loro obbiettivi, i colpevoli della crisi economica e del debito, così come per gli Indignados in Spagna e il movimento ‘Occupy Wall street’ in America. Qui da noi si chiamano “Draghi ribelli“. E con un dragone umano hanno cercato di contagiare la città con la loro protesta. Ma Roma è blindata ed ogni via è stata chiusa dalle camionette della polizia per non farli passare.
Servizio di Irene Buscemi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Berlusconi chiede la fiducia, Bersani: “Un discorso penoso”

prev
Articolo Successivo

“La Grecia esca dall’euro e dichiari il default”

next