Ospite del programma radiofonico “La Zanzara”, Romano, fratello minore del ministro della Difesa Ignazio La Russa e assessore in Regione Lombardia, si è lanciato in un’apologia sfrenata del fascismo: “Ignazio è sempre stato più tranquillo di me, io ero più sovversivo”. Alla domanda su chi dei due fosse più fascista, lui risponde: “Non si è ‘più fascisti’, si è fascista e basta. Non abbiamo negato, né neghiamo simpatie per il regime fascista, adesso più che mai”. E non chiedetegli di rinnegare il ventennio come fece si suoi tempi l’ex compagno di partito Gianfranco Fini: “Dire che il fascismo è stato il male assoluto? Mi farei uccidere piuttosto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marrazzo: “Ho pagato, mi sono dimesso. Non torno in politica”

next
Articolo Successivo

Telese: “Vi racconto Silvio nel bunker”

next