Ivan Cicconi, uno dei maggiori esperti italiani di appalti pubblici, ha scritto un libro per raccontare la vera storia dell’Alta velocità, le scelte tecniche e finanziarie note e occulte, le bugie consapevoli e inconsapevoli, la truffa ai danni dello Stato e dell’Unione europea, la clamorosa bugia del finanziamento privato di una delle opere più controverse degli ultimi decenni. Ogni mercoledì e sabato, ilfattoquotidiano.it pubblicherà un capitolo del libro in anteprima. I nostri lettori potranno quindi leggerlo e scaricarlo gratuitamente prima dell’uscita ufficiale nelle librerie. Ogni capitolo sarà accompagnato da una breve analisi di Giorgio Meletti, e sarà sfogliabile e commentabile sul nostro sito o scaricabile in formato pdf.

Guarda la copertina de “Il libro nero dell’Alta velocità”

Costi quadruplicati e previsioni di traffico incerte (di Giorgio Meletti)

Primo capitolo: La madre di tutte le bugie – sfogliascarica pdf
Secondo capitolo: Luigi Preti e la grande truffa – sfogliascarica pdf
Terzo capitolo: Beniamino Andreatta e i ladri di verità – sfogliascarica pdf
Quarto capitolo: La vera storia della Tav – sfogliascarica pdf
Quinto capitolo: Tavola ricca e commensali illustri – sfogliascarica in pdf
Sesto capitolo: I costi veri dell’Alta velocità – sfogliascarica in pdf
Settimo capitolo: I costi veri dell’Alta velocità – sfogliascarica in pdf

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

La festa del Fatto in diretta sul sito

prev
Articolo Successivo

Bankitalia: Nuovo record per il debito pubblico italiano

next