L’episodio di violenza che si è registrato ieri in Parlamento è l’ennesimo esempio di una classe politica (bipartisan) che predica bene e razzola male.

Ci invitano a non inasprire il clima di odio, proponendo partiti ispirati all’amore, e dopo qualche settimana un parlamentare è coinvolto in una bagarre nell’aula, riportando addirittura lesioni.

Ci insegnano che la famiglia è il valore fondamentale della nostra cultura, meglio se ispirata ai parametri del matrimonio religioso, e molti leader politici di primo piano sono separati o divorziati o con doppia famiglia.

Ci dicono che l’onestà è il valore imprescindibile per ogni cittadino, e si avvalgono sistematicamente della immunità parlamentare per evitare i processi.

Ci spiegano che sono trasparenti in tutte le loro azioni, ma invocano incessantemente la propria privacy, impedendo di conoscere anche fatti di cui, forse, un personaggio pubblico dovrebbe sempre rendere conto.

C’è poco da commentare di fronte a certi fatti, e forse basta dire che la cultura dell’esempio è quella che più influenza i giovani, e che una classe dirigente ha anche questa responsabilità nei confronti delle generazioni future.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quando l’aula si trasforma in ring
le risse segnano i cambi di stagione

next
Articolo Successivo

Ieri: una giornata grigia

next