/ / di

Marco Travaglio Marco Travaglio

Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore

Marco Travaglio ha lavorato con Indro Montanelli, prima a «il Giornale» e poi a «La Voce». Ha collaborato con diverse testate, fra cui «Sette», «Cuore», «Il Messaggero», «Il Giorno», «L’Indipendente», «Il Borghese», «la Repubblica» e «l’Unità». Oggi, oltre a collaborare con «l’Espresso», «MicroMega», «A» e con Servizio pubblico di Michele Santoro, è direttore de «il Fatto Quotidiano», che ha contribuito a fondare nel 2009.

Dopo il successo di Promemoria e Anestesia totale è in scena nei teatri italiani con E’ Stato la mafia, insieme a Isabella Ferrari.

È autore di molti libri di successo, tra i quali: L’odore dei soldi (con Elio Veltri, Editori Riuniti 2001), Regime (con Peter Gomez, Rizzoli-Bur 2004), Per chi suona la banana (Garzanti 2008), Colti sul fatto (Garzanti 2010). Per Chiarelettere ha pubblicato: “Mani sporche” (con Pter Gomez e Gianni Barbacetto, 2007), “Se li conosci li eviti” (con Peter Gomez, 2008), “Il bavaglio” (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2008), “Italia Annozero“, (con Vauro e Beatrice Borromeo, 2009), “Papi. Uno scandalo politico“, (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2009), “Ad personam” (2010), Silenzio, si ruba (dvd+libro, 2011), “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo” (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez, 2012)

Post di Marco Travaglio

Editoriale - 31 maggio 2016

Raggi X

Anzitutto, una premessa. I cittadini romani, per la prima volta dopo tanti anni, possono stare tranquilli, almeno sulla onestà del loro futuro sindaco. Chiunque lo diventi dà ottime garanzie di non rubare. I tre favoriti per il Campidoglio – nell’ordine dei sondaggi: Virginia Raggi, Roberto Giachetti e Giorgia Meloni – non sono mai stati coinvolti […]
Ma mi faccia il piacere - 30 maggio 2016

Ma mi faccia il piacere

Allenamento. “Sapete che differenza c’è tra una supposta e un carciofo? Provate a mettervi un carciofo nel culo e vedete che capite subito” (Silvio Berlusconi, FI, 26.5). Grazie, Cavaliere, già fatto. Per vent’anni. Minciuciop. “Renzi apre la campagna del Sì: ‘Se vince il No, sarà il paradiso degli inciuci” (La Stampa, 22.5). Tipo i suoi? […]
Editoriale - 29 maggio 2016

Renzulpop

Tranquilli. Renzi non è il nuovo Mussolini e la battaglia per il No contro il Sì alla schiforma costituzionale non è l’ultima trincea contro il fascismo prossimo venturo. Se abbiamo sbattuto in prima pagina un vecchio televisore col faccione del Duce in una selva di Sì, cioè col manifesto del secondo plebiscito che nel 1934 […]
Editoriale - 28 maggio 2016

Prescritti corsari

In Italia le bugie dei politici hanno le gambe lunghissime. Ma non infinite. Prima o poi s’incaricano di sbugiardarle non i giornalisti, che sarebbero pagati per questo, ma i fatti. Da mesi, ogni volta che in un dibattito tv si parla di un arrestato o di un indagato del Pd (praticamente sempre), la risposta del […]
Editoriale - 27 maggio 2016

Qui non si parla di politica

L’altroieri il professor Alessandro Pace, presidente del Comitato del No al referendum di ottobre, ha dichiarato al Fatto che, per la Rai, le ragioni di chi si oppone alla Costituzione scritta a quattro piedi dalla Boschi e da Verdini non esistono. In un mese – circa 700 ore di programmazione per ogni canale tv e […]
Editoriale - 26 maggio 2016

Fiato alle tombe

In attesa del virile e patriottico giuramento dei Mille Professori al Manifesto del Sì (non si sa ancora se il saluto romano e il salto nel cerchio di fuoco saranno obbligatori o facoltativi), prosegue la caccia agli antenati illustri del ddl Boschi-Verdini. Dopo Berlinguer, Ingrao e Nilde Iotti, i tombaroli del Nazareno sono al lavoro […]
Editoriale - 25 maggio 2016

Gabbanini

Dopo tanti cadaveri eccellenti, da Berlinguer a Ingrao alla Iotti, arruolati nella ragionevole certezza che non possano disertare, il fronte del Sì al Referenzum strappa finalmente la firma di un vivo famoso, accanto a quelle dei soliti giuristi di partito e di governo ignoti ai più: Franco Bassanini, consulente di Renzi per l’innovazione (ha appena […]
Editoriale - 24 maggio 2016

Balla ciao

Segnaliamo, a beneficio dei semiologi, degli antropologi e soprattutto degli zoologi, il ritorno di una specie animale che si temeva estinta: i Cerchiobottisti. Questa fauna di paraculi, che Dante chiamava ignavi e ficcava nel limbo ritenendoli indegni financo dell’Inferno, prese piede negli anni del berlusconismo per giustificarne e legittimarne le porcate con un giochino furbetto: […]
Ma mi faccia il piacere - 23 maggio 2016

Ma mi faccia il piacere

La franca tiratrice. “Se al referendum vince il No, allora verranno altri. E non solo Matteo Renzi, ma anch’io andrò via” (Maria Elena Boschi, Pd, ministro delle Riforme istituzionali, In mezz’ora, Rai3, 22.5). Oddio, proprio adesso che stavano quasi per convertirci al Sì. Vieni avanti, aretina/1. “Come direttivo nazionale, l’Anpi ha sicuramente preso una linea […]
Editoriale - 22 maggio 2016

Selfie col morto

Forse anche un fottuto guitto esibizionista come Marco Pannella, se potesse commentare l’orgia di diabetica retorica e di tartufesco unanimismo che accompagna il suo feretro, ne sarebbe schifato. Ed è incredibile che, avendone avuto tutto il tempo, non abbia lasciato tra le sue ultime volontà, insieme al brano musicale da suonare al suo funerale, anche […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×