/ di

Marco Travaglio Marco Travaglio

Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore

Marco Travaglio ha lavorato con Indro Montanelli, prima a «il Giornale» e poi a «La Voce». Ha collaborato con diverse testate, fra cui «Sette», «Cuore», «Il Messaggero», «Il Giorno», «L’Indipendente», «Il Borghese», «la Repubblica» e «l’Unità». Oggi, oltre a collaborare con «l’Espresso», «MicroMega», «A» e con Servizio pubblico di Michele Santoro, è direttore de «il Fatto Quotidiano», che ha contribuito a fondare nel 2009.

Dopo il successo di Promemoria, Anestesia totale, E’ Stato la mafia, Slurp – Lecchini, Cortigiani & Penne alla Bava, è in scena nei teatri italiani con Perché No, insieme a Giorgia Salari.

È autore di molti libri di successo, tra i quali: L’odore dei soldi (con Elio Veltri, Editori Riuniti 2001), Regime (con Peter Gomez, Rizzoli-Bur 2004), Per chi suona la banana (Garzanti 2008), Colti sul fatto (Garzanti 2010). Per Chiarelettere ha pubblicato: “Mani sporche” (con Pter Gomez e Gianni Barbacetto, 2007), “Se li conosci li eviti” (con Peter Gomez, 2008), “Il bavaglio” (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2008), “Italia Annozero“, (con Vauro e Beatrice Borromeo, 2009), “Papi. Uno scandalo politico“, (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2009), “Ad personam” (2010), Silenzio, si ruba (dvd+libro, 2011), “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo” (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez, 2012), “BerlusMonti(Garzanti, 2012), “L’illusionista. Ascesa e caduta di Umberto Bossi” (con Pino Corrias e Renato Pezzini, Milano, Chiarelettere, 2012), “Viva il Re!(Chiarelettere, 2013), “È Stato la mafia (Chiarelettere, 2014), “Slurp. Dizionario delle lingue italiane” (Chiarelettere, 2015), “Perché NO” (Paper FIRST, 2016),

Articoli di Marco Travaglio

Partec!pa - 30 novembre 2017

Il Fatto si rinnova, dal fact checking alle inchieste dalle città. Travaglio: “Abbonatevi, senza di voi non esistiamo”

Abbiamo appena compiuto otto anni di vita e ci apprestiamo a chiudere il nono bilancio positivo. Il merito è soprattutto vostro, di voi che ci acquistate in edicola e vi abbonate, vista la penuria di pubblicità e l’assenza (voluta) di finanziamenti pubblici. Il mondo intorno a noi cambia rapidamente e dobbiamo tenere il passo, con un prodotto […]
Media & Regime - 30 aprile 2016

Il Fatto siete voi: è arrivato il momento di partecipare su www.ilfattosocialclub.it

Cari lettori, in questi anni Il Fatto Quotidiano si è affermato come giornale controcorrente, libero, indipendente, senza preconcetti ma con solidi principi, possibilmente divertente e corrosivo. Ora, vista la sempre più soffocante omologazione del resto della grande stampa, dobbiamo sforzarci non solo di essere, ma anche di apparire il più possibile autorevoli per interessare i […]
Giustizia & Impunità - 26 aprile 2016

Franco Roberti: “Una giustizia che funziona non interessa. Colletti bianchi e malaffare, le leggi non arrivano mai”

Franco Roberti, Procuratore nazionale antimafia, davvero Davigo è rimasto solo? Niente affatto. Si può discutere sul suo gusto per la battuta, ma sulla sostanza delle cose i magistrati sono quasi tutti d’accordo. A cominciare dalle leggi per far funzionare i processi, che non arrivano. Vedi quella sulla prescrizione: se ne parla da anni e in […]
Giustizia & Impunità - 20 aprile 2016

Piercamillo Davigo: “Renzi attacca i pm? Ma è la politica che non fa pulizia”

Piercamillo Davigo, dopo l’inchiesta di Potenza Renzi parla di “25 anni di barbarie giustizialista”, mentre Napolitano denuncia un “riacutizzarsi” del conflitto politica-giustizia e invoca la riforma delle intercettazioni. Non commento le dichiarazioni del presidente del Consiglio. Ma è una vecchia storia, questa del ‘giustizialismo’ e del ‘conflitto’. Non c’è nessuna guerra. Noi facciamo indagini e […]
Il Fatto del Lunedì - 10 febbraio 2015

Il Pd si divide sull’anticorruzione. Una parte è a favore

Matteo Renzi Il solitario. “Renzi prova a fare da solo” (Corriere della sera, 7.2). Prima o poi la fase dell’onanismo arriva per tutti. Come s’offriva. “Dopo di me, Mattarella era il mio preferito…” (Giuliano Amato, 3-2). Lei non sa chi ero io. L’eterno secondo. “Sergio avrà lo stesso impatto sulle istituzioni di quello che Papa Bergoglio sta avendo sulla Chiesa” (Angelino Alfano, Ncd, dopo avere annunciato il […]
Speciale Quirinale - 28 gennaio 2015

Giuliano Amato visto da Travaglio/3. Eterna fedeltà a Bettino Craxi

Il governo Craxi, nato nel 1983, tramonta nel 1987. In quel lustro Giuliano Amato è sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e consigliere economico-giuridico del premier. E i risultati non si fanno attendere. Nel 1983 il debito pubblico è di 234.181 milioni di euro. Nell’84 è già salito a 284.825, nell’85 a 346.005, nell’86 a 401.498 […]
Speciale Quirinale - 27 gennaio 2015

Giuliano Amato visto da Travaglio/2. Dal “Salva Silvio” all’intervento pro Fiat

Nella Torino dei primi anni 80 il professorino Giuliano Amato, che Giampaolo Pansa ed Eugenio Scalfari chiamano il Dottor Sottile per l’affilatezza delle sue tesi giuridiche e del suo fisico da roditore, può permettersi di fare l’intellettuale socialista. Tanto, a occuparsi delle prosaiche cose di questo mondo, comprese le faccende di vil danaro, provvedono per […]
Speciale Quirinale - 27 gennaio 2015

Giuliano Amato visto da Travaglio/1. Tutte le facce del favorito al Colle

Questa non è una biografia, ma un ritratto collettivo, perché il biografato è multiplo. Tutti lo chiamano Giuliano Amato, ma – tralasciando l’ossimoro del cognome – è più corretto parlarne al plurale: i Giuliani Amati. Pablo Picasso conobbe soltanto quattro periodi: quello blu, quello rosa, quello del cubismo analitico e quello del cubismo sintetico. Nel […]
Ma mi faccia il piacere - 20 gennaio 2015

Je suis Obi-Wan Kenobì

Ma mi faccia il piacere, la rubrica di Marco Travaglio sul Fatto del Lunedì Gioco di squadra. “Voglio ringraziare i servizi di intelligence, l’unità di crisi della Farnesina e tutte le autorità che hanno portato a un risultato importantissimo con un gioco di squadra” (Paolo Gentiloni, Pd, ministro degli Esteri, alla Camera sulla liberazione delle cooperanti Vanessa Marzullo […]
Ma mi faccia il piacere - 11 dicembre 2014

Alemagno e il Nuovo centro detenuti

Nuovo Centro Detenuti/1. “A volte non bastano le leggi per stroncare il malaffare e la corruttela. Bisogna fare attenzione alla selezione della classe politica, introducendo e prevedendo anche all’interno degli stessi partiti dei codici etici di valutazione della propria futura classe dirigente” (Renato Schifani, Ncd, Giornale di Sicilia, 7-12). Altrimenti, inavvertitamente, si rischia di far entrare qualche onesto. Nuovo Centro Detenuti/2. “Roma […]
FQ Millennium, il sondaggio dedicato ai lettori: partecipa per dare la tua opinione
“La profezia del Don”, il testamento spirituale di un prete di strada. Rivedi la diretta

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×