/ / di

Andrea Scanzi Andrea Scanzi

Andrea Scanzi

Giornalista e scrittore

Nato ad Arezzo nel 1974. Ho firmato l’autobiografia di Roberto Baggio, la biografia di Ivano Fossati, un saggio su Beppe Grillo, due best-sellers sul vino. Premio Nazionale Paolo Borsellino e Premio Lunezia con ‘Gaber se fosse Gaber’, spettacolo da me scritto e interpretato, in tour dal 2011 al 2013. Ne ho scritto un altro, ‘Le cattive strade’, con Giulio Casale: dedicato a Fabrizio De André, è tuttora in tour. A luglio 2012 è stata pubblicata la ristampa di ‘Ve lo do io Beppe Grillo’ (prefazione di Marco Travaglio), uscito una prima volta nell’aprile 2008. A novembre 2013, per Rizzoli, è uscito ‘Non è tempo per noi’, 3 edizioni in una settimana.

Post di Andrea Scanzi

Politica - 15 febbraio 2015

Riforme: mena pure, tanto la colpa è di Grillo

Neanche fa più notizia che, nella politica italiana da sempre capovolta, il Parlamento cacci chi grida “Onestà, onesta!”. In fondo è la colpa più grave, quella più imperdonabile: un po’ come andare da Rocco Siffredi e pretendere castità. Regola aurea, per larga parte dei media, è che la colpa ricada a prescindere sul Movimento 5 […]
Speciale Quirinale - 30 gennaio 2015

Nuovo Presidente della Repubblica: Mattarella? Poteva andare peggio (ma nulla cambierà)

La candidatura di Sergio Mattarella è una buona notizia. Poteva andare molto, molto peggio. Basta pensare ad Amato, Fassino o Finocchiaro. Il fatto che sia una vittoria innegabile di Renzi non vuol certo dire che non sia una notizia mediamente buona per tutti gli italiani. Mattarella non è Gandhi e neanche Mandela, ma per quel […]
Media & Regime - 27 gennaio 2015

Matteo Renzi e la Tv: povero premier, i talk show ce l’hanno con lui

renzi 675 Povero Matteo Renzi: i talk show ce l’hanno con lui. Ieri, travolto da un’insolita amarezza, ha così twittato al volgo: “Trame, segreti, finti scoop, balle spaziali e retropensieri: basta una sera alla Tv e finalmente capisci la crisi dei talk show in Italia”. Trame, segreti, finti scoop, balle spaziali e retropensieri: basta una sera alla […]
Politica - 21 gennaio 2015

Italicum, i dolori del giovane Berlusconi (cioè Renzi)

Finalmente la minoranza dissidente del Pd ha battuto un colpo vero. E l’effetto-domino che ha generato, al Senato e non solo, è nuovamente emblematico. Renzi, per vincere, ha trasformato il Pd definitivamente nella nuova Dc. Di più, anzi di meno: nella nuova Forza Italia. Non senza scaltrezza, ha capito che in un paese a maggioranza […]
Media & Regime - 16 gennaio 2015

Renzi dalla Bignardi: è un’invasione formato Leopolda

Per la ripresa de Le invasioni barbariche Daria Bignardi ha puntato sul presunto nuovo e sull’usato forse sicuro: Renzi. In passato era andata bene, soprattutto dopo le primarie perse con Bersani (una delle migliori prestazioni televisive di Renzi). Due sere fa, no: 3.82% e 830mila spettatori. La prima puntata di un anno fa, ancora con […]
Media & Regime - 30 dicembre 2014

Renzi: pensavo fosse il premier invece era un calesse

renzi-675 Non era Crozza, anche se sembrava. Era quello vero, quello originale. Matteo Renzi in persona. La conferenza di fine anno è stata l’occasione giusta per esaltare la prossemica d’ordinanza: faccette caricaturali, sguardo all’insù tipo Verdone e risatine di chi si crede Lenny Bruce ma pare piuttosto un Panariello in diesis assai minore. Protetto da domande […]
Media & Regime - 21 dicembre 2014

Renzi su Raiuno, cinegiornale Luce 2.0: ‘Un premier da amare’

Renzi-Clerici-Vespa-675 L’unica nota lieta, dello straziante (sin dal titolo) Un mondo da amare, è stata la decisione di Matteo Renzi di andare sì da Antonella Clerici ma non a La prova del cuoco: sarebbe stato difficile, in quel caso, scorgere differenze percettibili tra lui e una melanzana. Vuoi per le sempre più generose forme, vuoi per […]
Politica - 10 dicembre 2014

Mafia Capitale, astensionismo, Paese allo sbando: Renzi, stai sereno. O forse no

Non lo ammetterà mai, neanche a se stesso, ma se lo immaginava più facile. Matteo Renzi era convinto che sarebbe bastato il 40% alle Europee, ottenute grazie a un’astensione record e al “terrore” che vincesse Grillo, per avere vita facile come Presidente del Consiglio. Purtroppo per lui, e soprattutto per l’Italia, non basta citare Jovanotti, […]
Politica - 30 novembre 2014

M5S, lo scenario peggiore

In molti si chiedono se la scelta di Beppe Grillo di farsi parzialmente da parte, tardiva ma giusta, arrivi ormai tardi. Sì e no. Dipende da cosa farà ora il Movimento 5 Stelle. E’ una scelta che non salverà il Movimento – che pure è ancora dato attorno al 20% – se ad essa seguirà il consueto […]
Politica - 28 novembre 2014

M5S, finirà mai il tafazzismo?

Dopo le elezioni europee, a dispetto di pronunciamenti e previsioni, il Movimento 5 Stelle ha scelto un instancabile candidato Premier: Tafazzi. Egli, nel suo agire, è stato prodigioso. Ha regalato voti e consensi a Renzi e Salvini. Si è rifugiato in un dorato Aventino mediatico lasciando che la tivù fosse usata da tutti tranne che […]

•Ultima ora•

×