Puntuale come ogni anno, in piazza Duomo, a Milano, sbarca oggi il concerto di Radio Italia, il più grande evento gratuito di musica italiana realizzato dall’emittente radiofonica in collaborazione con il comune di Milano. L’appuntamento è per le 19.45, in diretta televisiva su Nove e RealTime, così come sulle frequenze di Radio Italia.

La conduzione è affidata di nuovo a Luca & Paolo, per la prima volta in diretta, mentre nel backstage ci sarà Serena Rossi (che ha condotto gli speciali Radio Italia Live su Real Time) e tra il pubblico la speaker Manola Moslehi. Tutto live, con l’Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Bruno Santori ad accompagnare le esibizioni dei tanti cantanti che si susseguiranno sul palco: Alessandra Amoroso, Benji e Fede, Andrea Bocelli, Emma, Francesco Gabbani, Giorgia, J-Ax e Fedez, Fiorella Mannoia, Nek, Samuel, Umberto Tozzi & Anastacia, Elodie e Lele.

Il concerto di Radio Italia ha sempre riempito fino all’inverosimile piazza Duomo, ma quest’anno la situazione è assai diversa, soprattutto dopo i recenti fatti di Manchester. Se lo scorso anno gli spettatori erano stati 60mila, infatti, quest’anno ci si dovrà accontentare di molto meno, visto che le autorità hanno limitato l’accesso a 23.500 persone, tutte controllate una per una. Quando verrà raggiunta la capacità massima stabilita, gli addetti alla sicurezza manderanno a casa il pubblico in più, consigliandogli di guardare il concerto in televisione. Essendo un appuntamento gratuito e senza necessità di biglietto, però, non sarà facile far capire la cosa a chi si troverà costretto a tornare a casa, magari dopo ore di fila.

Ma la situazione è questa e la prudenza non è mai troppa. La piazza sarà divisa in due aree: una vicina al palco, per entrare nella quale è consigliato l’arrivo entro mezzogiorno, e una più distante (con ingresso consigliato dalle 16). Per stemperare la tensione che ormai questi eventi provocano in organizzatori e autorità, ieri è stato lanciato un appello al pubblico affinché indossi una maglietta bianca, all’insegna dell’hashtag #lamusicaèpiùforte. “Ci piacerebbe che la piazza fosse bianca – ha detto il fondatore di Radio Italia Mario Volanti – in segno di rispetto per i recenti fatti ma anche per unirci insieme più degli anni scorsi. La musica è più forte, ci sarà sempre e sarà sempre pace, purezza e libertà”.