Gli ascolti saranno anche dalla sua parte, ma “Ballando con le stelle” – lo show del sabato sera di Rai Uno che per una volta è riuscito a superare la concorrenza di Maria de Filippi e di “Amici” – deve fare i conti con chi non apprezza fino in fondo lo show messo in piedi da Milly Carlucci e la sua squadra. Uno di questi è l’attore Christian de Sica, intervenuto sulla pagina Facebook della concorrente e collega Giuliana de Sio, vera protagonista (a suo discapito) di questa edizione.

De Sio, poche ore dopo la diretta di sabato sera, ha pubblicato una sorta di arringa difensiva, rigettando le accuse di chi parlava di capricci da diva e camerini distrutti durante l’ultima puntata del programma: “Non c’è stato alcun camerino distrutto (chissà perché questa è una classica fantasia dei gay, la diva che distrugge i camerini come in un film degli anni cinquanta) – ha scritto Giuliana -. Non distruggo le cose degli altri e nemmeno cerco di distruggere esseri umani come state facendo voi con me in questa trasmissione raccontando bugie. Per la cronaca ero in infermeria e attendevo in mutande che mi riportassero il vestito per l’esibizione che era stato cucito troppo stretto. Sul mio stato d animo non dico niente. Come ho detto in diretta ‘mi piaccio di più quando taccio’ e in questa trasmissione ho quasi sempre solo taciuto e ballato (almeno ci ho provato)”.

Cara Giuliana”, è quindi intervenuto De Sica in sua difesa. “Purtroppo gli unici momenti accattivanti per molti sono quelli che ti riguardano in una trasmissione noiosa e cafona. Mi dispiace tanto per te e Milly Carlucci che stimo. Forse era meglio se non avessi partecipato. Ti abbraccio”. E ancora, ha precisato poi l’attore: “Ho scritto che mi dispiace per Milly che stimo. Ma trovo lo show molto cafone: dal lampadario alle parrucche ad alcuni giudici che sono ancora più cafoni dei balli ai costumi. No, non è un bello spettacolo. E l’unico divertimento per alcuni sta nel vedere trattare male delle signore che purtroppo hanno deciso di partecipare per svariati motivi loro. Solo Milly Carlucci è una vera professionista, così come l’orchestra. Il resto è roba molto mediocre”. Insomma, non le ha mandate a dire. E a chi ha provato a contestarlo, De Sica ha risposto senza remore: “Io non sono mai cafone e neanche i miei film lo sono”.