“Smettiamola di dire che Rocco Schiavone è un esempio e men che meno un eroe. E’ uno che fa delle cose terribili e anche delle cose bellissime”. Parola di Antonio Manzini, creatore del vice questore romano che ha risposto per le rime alle polemiche piovute sulla trasposizione televisiva del suo personaggio. Così dal palco del teatro Splendor di Aosta l’autore ha risposto ai tanti Gasparri (“scandaloso, si fa le canne”) e Giovanardi (“farabutto che piace ai mafiosi”): “E’ quello dei miei libri, amatelo o criticatelo. Ma se una cosa va in Tv non è un esempio, altrimenti saremmo tutti con Bruno Vespa”