Sale la tensione fra Kiev e Mosca. L’arresto di due soldati russi vicino al confine con la Crimea è una “provocazione illegittima contro cittadini russi sul territorio russo”. A dirlo il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, commentando la notizia dell’arresto avvenuto ieri e chiedendone la liberazione.

Le autorità di Kiev si sono difese affermando che i due soldati sarebbero disertori dell’esercito ucraino, fermati in territorio ucraino dopo aver attraversato il posto di confine di Chonhar. “Si tratta di due ex militari delle forze armate ucraine che hanno tradito il loro giuramento e si sono uniti all’esercito russo” nel 2014, hanno dichiarato ieri sera i servizi segreti ucraini (Sbu).

Diversa la versione del ministero della Difesa russo, citato dall’agenzia Interfax. “Verso le 13, ora di Mosca, del 20 novembre, ufficiali dei servizi di sicurezza ucraini hanno arrestato illegalmente i militari russi. Noi – prosegue Mosca – riteniamo tali azioni dei servizi speciali ucraini nei confronti di cittadini russi un’altra grave provocazione e domandiamo il loro immediato ritorno nel territorio della Federazione russa“.

Per il ministero della Difesa russo, inoltre, “alcuni rapporti indicano che i servizi speciali ucraini stanno al momento cercando di fabbricare un caso penale contro” i due militari “presumibilmente per reati commessi contro l’Ucraina. Non è escluso – conclude il comunicato – che pressioni psicologiche e fisiche saranno esercitate sui militari russi per ottenere la confessione richiesta”. Il Cremlino ha identifica i due militari catturati in Maksim Yevghenievich Odintsov, sottufficiale, e Aleksandr Viaceslavovich Baranov, sergente.

L’escalation fra Mosca e Kiev sono tornate molto forti da quando la Russia ha deciso di annettere il territorio della Crimea nel 2014, fornendo il proprio sostegno ai ribelli separatisti nell’est dell’Ucraina. Mentre ieri, il Cremlino ha annunciato che dispiegherà a Kaliningrad, enclave russa tra Lituania e Polonia, il suo sistema di difesa missilistico S-400 e i missili balistici Iskander.