Aperture straordinarie di aree di solito chiuse al pubblico e, domenica, ingressi gratuiti in tutti i musei italiani. Per il prossimo fine settimana il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo ha indetto la prima edizione della Festa dei musei. L’iniziativa, organizzata in occasione della conferenza dell’International Council of Museum che per la prima volta si terrà a Milano, prevede anche sabato sera un’apertura serale (in alcuni casi fino alle 22:30, in altri fino a mezzanotte) al costo simbolico di 1 euro. La prima mattinata di sabato, dalle 9 alle 14, sarà dedicata a famiglie e bambini, il pomeriggio, dalle 14 alle 19, ai curiosi e appassionati, la sera al grande pubblico.

Hanno aderito all’apertura straordinaria serale, tra gli altri, in Campania gli scavi di Ercolano e Pompei, l’Anfiteatro Flavio di Napoli e la Certosa di San Giacomo a Capri, a Roma Castel Sant’Angelo, il museo nazionale Etrusco di Villa Giulia e Castel Sant’Angelo, il Pantheon e Galleria Spada, a Milano il Cenacolo vinciano, a Torino i Musei reali, a Firenze il Museo Nazionale del Bargello, a Venezia le Gallerie dell’Accademia. L’elenco dei luoghi statali che hanno aderito all’apertura straordinaria, con relativi orari, è su www.beniculturali.it.

Gli Uffizi sabato sera saranno chiusi per carenza di personale, ma in via straordinaria sara visitabile l’ex-Chiesa di San Pier Scheraggio, sempre nel complesso vasariano, in versione notturna, anticipando al sabato sera la gratuita. Inoltre, sia nella Galleria degli Uffizi, sia in Palazzo Pitti e nel Giardino di Boboli, durante l’intero weekend saranno in programma varie iniziative.