Ha sciolto il corpo del fratello nella soda caustica dopo averlo ucciso. E’ successo a Piano di Sorrento, comune della penisola sorrentina, in provincia di Napoli. A mettere in atto l’omicidio è stato Salvatore Amuro, 52 anni, arrestato mercoledì mattina dai carabinieri coordinati dalla Procura di Torre Annunziata.

L’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite con il fratello Francesco, 54 anni, avvenuta all’interno dell’abitazione di quest’ultimo. L’uomo avrebbe poi sciolto il cadavere con l’idrossido di sodio nella campagna vicino casa. Di Francesco Amura non si avevano notizie dallo scorso 7 dicembre e nei giorni scorsi i parenti ne avevano denunciato la scomparsa.