Una donna di 25 anni alla guida dell’auto ha investito ad alta velocità la folla riunita a Stillwater, in Oklahoma, per assistere ad una parata della Oklahoma State University. Secondo i media locali ci sarebbero tre morti e oltre venti feriti,  di cui otto gravi.

A renderlo noto è stato un portavoce della polizia, Kyle Gibbs, precisando che la ragazza è attualmente rinchiusa nel carcere della città ed è sospettata di guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Nella prossime ore sarà interrogata. Quella di oggi doveva essere una giornata di festa a Stillwater dove si svolgeva la tradizionale parata che coinvolge migliaia di studenti dell’Università dello Stato situato nella parte meridionale degli Usa.

I testimoni raccontano di una “scena terribile”. L’auto, che non faceva parte del corteo, si è avvicinata a forte velocità all’altezza dell’incrocio dove era prevista la fine della sfilata. Inizialmente ha travolto un agente di polizia in sella alla sua motocicletta, poi è piombata sugli spettatori. “La gente è stata sbalzata in aria come si trattasse di pupazzi, anche a dieci metri di altezza”, hanno raccontato i superstiti. La scena dopo l’impatto scioccante, con decine di corpi a terra, insanguinati, e un fuggi fuggi generale tra urla e pianti. Sul luogo dell’incidente sono subito arrivati decine di mezzi dei soccorsi e anche elicotteri-ambulanza che hanno trasportato i feriti gravi nei più vicini ospedali, tra Oklahoma City e Tulsa.