Da oggi possiamo ufficialmente mettere Xbox 360 e Playstation 3 nell’armadio dei ricordi. In queste ore, infatti, gli scaffali dei negozi si stanno riempiendo di Xbox One, la prima console di nuova generazione ad uscire in tutta Italia (per PlayStation 4 si dovrà aspettare fino al 29 novembre).

Microsoft ha annunciato la sua nuova console a maggio, appena due mesi prima dell’E3 2013, tuttavia errori di comunicazione e una serie di informazioni non chiare riguardo la gestione dei dati personali degli utenti avevano offuscato l’immagine di Xbox One, tanto da costringere l’azienda a correre ai ripari con comunicati stampa e pubbliche scuse. Archiviato quel brutto periodo, però, la compagnia ha deciso di tirare fuori gli artigli prima facendo ammenda degli errori e modificando alcune funzioni della console (soprattutto legate alla telecamera tridimensionale Kinect), poi proponendo a tutti coloro che acquisteranno Xbox One al lancio un gioco gratuito tra Forza motorsport 5 oppure Fifa 14.

Xbox One, però, è molto più di una semplice console da gioco: continuando nell’evoluzione già iniziata con la macchina precedente, Microsoft punta a rendere il sistema Xbox il centro di tutto l’intrattenimento domestico. La console può infatti leggere i film in Blu-Ray e, almeno per quanto riguarda gli Stati Uniti, sono già stati annunciati una serie di accordi con alcune delle più importanti televisioni via cavo, come Hbo (che produce, fra gli altri, Game of thrones) ed Espn. Al momento non ci sono informazioni dettagliate riguardo a proposte simili per l’Italia, tuttavia l’accordo già attivo con Mediaset per la condivisione di contenuti lascia ben sperare per il futuro. Inoltre Xbox One potrà essere connessa a qualsiasi altro dispositivo con uscita Hdmi, permettendo così alla console di gestire anche tutti i decoder e lettori di vario genere che abbiamo sotto il televisore. Volete fare una partita al vostro gioco preferito e, contemporaneamente, tenere aperta una finestrella con il telegiornale? Si può fare e, allo stesso modo, è anche possibile utilizzare Skype direttamente dal televisore.

Per quanto riguarda i giochi, oltre ai due sportivi già citati, Microsoft propone una lineup di lancio piuttosto ricca: con Ryse è possibile esplorare l’antica Roma, mentre Dead rising 3 testerà le abilità di sopravvivenza durante un’apocalisse zombie, senza contare tutti i giochi multipiattaforma come Assassin’s creed IV o il nuovo Call of duty. L’unico vero limite di Xbox One, almeno per ora, è il prezzo: 499 euro, cento euro in più rispetto a quanto annunciato per Playstation 4. Microsoft ha giustificato la sua scelta sostenendo che la telecamera di Kinect ha avuto costi di ricerca e sviluppo piuttosto alti, tuttavia ancora non è chiaro se questa rappresenti davvero un valore aggiunto per la console.

In ogni caso Microsoft arriva alla sfida per il dominio dei salotti del futuro con una strategia chiara: rendere Xbox One la regina incontrastata del nostro divertimento domestico, centralizzando giochi, cinema e – forse – televisione. Che lo scontro abbia inizio.

di Nicolò Carboni

BadGames.it – Il nuovo gusto dei Videogiochi