A Pantelleria da oggi è ‘vietato’ ammalarsi, soprattutto in modo grave e dopo le 19. Sono queste le conseguenze della “spending review” della regione Sicilia, che ha deciso di procedere con alcuni tagli, cominciando dalla sanità. L’estate non è ancora finita, e l’isola si trova già alle prese con i problemi di sempre, a partire da quelli di carattere sanitario. Sull’isola funziona un ospedale, il Nagar, dotato di una struttura molto carente. Così, chi può, in caso di necessità raggiunge altri ospedali. Per i casi più gravi, invece, è a disposizione c’è l’elisoccorso. La novità riguarda quest’ultimo servizio, non sarà più disponibile “h24”.

La Regione ha deciso che l’elicottero del 118 non stazionerà più sull’isola come accadeva prima e soprattutto nel periodo estivo, in cui a Pantelleria soggiornano vip e turisti. Il servizio diurno potrebbe essere definitivamente cancellato dal 1 ottobre e quello notturno che scatta dalle 19 è stato già soppresso. In caso di emergenza, quindi, per trasferire altrove un paziente l’elicottero dovrà arrivare da Lampedusa o da Palermo. Tutto questo sebbene si sappia che quando si tratta di emergenze anche un secondo può essere determinante per salvare una vita. Ma, ragionando di tagli, più che il tempo contano i soldi. A Pantelleria poi c’è chi ricorda che si sono appena finiti di spendere 40 milioni per il nuovo aeroporto. Una struttura nuova di zecca dove, però, è bastata una pioggia nemmeno tanto abbondante per provocare allagamenti interni, nonostante i lavori appena ultimati.

Eppure la prima cosa a venire meno dopo questa importante inaugurazione è proprio un servizio di pubblico trasporto indispensabile come l’elisoccorso. Molti cittadini panteschi oggi si sono rivolti al commissario straordinario del Comune, Giuseppe Piazza, che è subentrato al sindaco arrestato per mazzette, ma Piazza ha dato a loro e ai giornalisti la stessa risposta. Ha infatti ribadito che non ha alcun potere di intervento. Una interrogazione all’assessore (dimissionario) alla Salute, l’ex pm Massimo Russo, è stata presentata dal deputato regionale Salvino Caputo