La scelta di Valentina. Una decisione dovuta, scontata. Sarà Valentina Vezzali da Jesi, 34 anni, la portabandiera italiana alle Olimpiadi di Londra 2012. Il Coni lo ha comunicato al Presidente della Repubblica, che il 22 giugno in una cerimonia in cui riceverà la delegazione degli atleti olimpici in partenza per Londra le consegnerà il vessillo tricolore, e lo ha poi ufficializzato ieri sul sito internet: “Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Petrucci, sentito il Segretario Generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, ha scelto Valentina Vezzali quale portabandiera dell’Italia ai prossimi Giochi Olimpici di Londra 2012″. E poi stamattina, nella cerimonia di presentazione al Salone d’Onore del Coni, durante il Consiglio Nazionale. Il 27 luglio a Londra, durante la cerimonia di apertura dei Giochi della XXX Olimpiade, sarà quindi Valentina l’alfiere che guiderà gli azzurri.

Un tributo a un’atleta che in carriera ha conquistato 5 ori olimpici e 13 ori mondiali, tra titoli individuali e di squadra. Poi Europei e Coppe del Mondo: un palmares incredibile. Nel fioretto individuale, la sua specialità, Vezzali ha conquistato 1 argento nell’esordio ad Atlanta 1996 e poi 3 ori di seguito: Sidney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008. E’ l’unica atleta italiana ad avere portato a casa tre ori nella medesima disciplina in tre Olimpiadi diverse. Quattro ne hanno portati a casa in pochissimi nella storia delle Olimpiadi: Lewis (lungo), Elvstroem (vela), Oerter (disco). Lei proverà a raggiungerli a Londra, dove sarà in pedana a partire dal 28 luglio, il giorno dopo la cerimonia.

La Vezzali sarà la quinta donna a portare la bandiera tricolore in una cerimonia di apertura e la settima schermidora. L’ultima donna, anche lei maestra di scherma e sua grande avversaria dentro e fuori la pedana, fu Giovanna Trillini ad Atlanta 1996. Poi Myers (basket), Chechi (Ginnastica) e Rossi (Canoa). Eppure Valentina sarà portabandiera di rimbalzo, una seconda scelta. Frutto di una cattiva gestione dell’evento. Petrucci aveva indicato in un primo momento la nuotatrice Federica Pellegrini, la quale aveva declinato, dovendo tuffarsi in piscina già dal giorno seguente e timorosa di stancarsi, e non senza suscitare polemiche e dichiarazioni stizzite (“portare la bandiera non è una via crucis” disse all’epoca Petrucci). Poi il silenzio, le ipotesi, e oggi, a poco più di due mesi dall’inizio dei giochi, la scelta di Valentina.

La stessa Pellegrini, che aveva da subito fatto il nome della Vezzali, ieri è stata tra le prime a congratularsi con la collega. Atleta conosciuta, apprezzata e rispettata in tutto il mondo, Valentina è nota al pubblico italiano oltre che per le imprese sportive anche per le pubblicità e per la partecipazione a programmi televisivi quali Ballando Con Le Stelle. E poi anche per un siparietto di dubbio gusto, che scatenò diverse polemiche, con Silvio Berlusconi, durante una puntata di Porta a Porta nel settembre del 2008. Offrendogli il suo fioretto Valentina guardò negli occhi l’ex Premier e disse, con un gioco di parole: “Presidente, io da lei mi farei veramente toccare” dove il “toccare” è (anche) espressione tecnica del punto nella scherma. Una proposta indecente, che non inficia però la scelta di Valentina.