La Turchia toglie il veto sull’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato. Oltre venti morti nel raid sul centro commerciale – diretta

Draghi al G7: "Sul price cap speriamo in un risultato prima di ottobre" (leggi). Gli Usa annunciano un rafforzamento militare "a lungo termine" in Europa. Biden al vertice di Madrid: "Gara tra democrazie e autocrazie, dobbiamo vincere". Arrestato dai russi il sindaco ucraino di Kherson

Aggiornato: 23:00

I fatti più importanti

  • 23:00

    Leader Nato ricevuti dal re di Spagna a Palazzo reale

    I leader delle delegazioni invitate al vertice Nato di Madrid, tra cui il premier italiano Mario Draghi, sono stati ricevuti dai reali di Spagna, Felipe VI e Letizia, al Palazzo reale della capitale iberica. Dopo la cerimonia di ricevimento, il re Felipe VI ha dato il via a una cena di gala con un discorso. “Mai prima d’ora questo palazzo ha accolto e ospitato contemporaneamente un numero così grande di leader mondiali”, ha affermato il monarca spagnolo. Secondo l’agenzia Efe, tra leader e consorti sono stati 56 i partecipanti alla cena. Il re ha ricordato che “la guerra è tornata in Europa” e ha invitato i leader della Nato a mantenere “l’unità” di fronte a sfide attuali come questa.

  • 22:22

    Zelensky all’Onu: “Una commissione d’inchiesta a Kremenchuk”

    Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha suggerito all’Onu di inviare una commissione d’inchiesta a Kremenchuk per indagare sugli attacchi missilistici contro i civili. “Suggerisco alle Nazioni Unite di inviare un rappresentante speciale o il segretario generale, o una commissione sul luogo di questo atto terroristico, in modo che l’Onu possa trovare informazioni in modo indipendente e vedere che si tratta effettivamente di un attacco missilistico russo”, ha continuato Zelensky. Quindi ha chiesto ai membri del Consiglio di sicurezza di “commemorare tutti gli ucraini che sono stati uccisi in questa guerra con un minuto di silenzio” e anche i rappresentanti di Russia e Cina si sono alzati in piedi insieme agli altri per le vittime.

  • 22:20

    Nessuna richiesta da Turchia a Usa per Svezia/Finlandia nella Nato

    La Turchia non ha chiesto nulla agli Stati Uniti in cambio del via libera all’ingresso nella Nato di Svezia e Finlandia. Lo riferiscono fonti della Casa Bianca a Madrid.

  • 22:20

    Zelensky all’Onu: “Russia dev’essere espulsa da Consiglio sicurezza”

    Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ribadito ancora una volta che la Russia non ha il diritto di rimanere nel Consiglio di sicurezza dell’Onu. “In qualsiasi altra parte del mondo un’organizzazione come la Russia che prende di mira i civili verrebbe indicata come terrorista“, ha detto in video conferenza alla riunione dei Quindici, chiedendo ai membri del Consiglio: “Chi di voi non è d’accordo sul fatto che prendere di mira i civili e le infrastrutture civili da parte della Russia sia terrorismo?”.

  • 22:18

    Consiglio di sicurezza Onu, sei Paesi condannato attacchi a Kremenchuk

    Sei Paesi membri del Consiglio di sicurezza Onu (Usa, Gran Bretagna, Francia, Norvegia, Irlanda e Albania), insieme all’Ucraina, hanno “condannato” gli attacchi contro i civili a Kremenchuk. Quindi hanno ribadito il “pieno sostegno all’indipendenza e integrità territoriale dell’Ucraina, condannando l’intensificazione degli attacchi missilistici della Russia nel Paese che prendono di mira infrastrutture civili e aree residenziali”. Hanno poi stigmatizzato anche qualsiasi violazione delle leggi umanitarie internazionali e ribadito l’appello a rispettare la Convenzione di Ginevra.

  • 22:15

    Domani l’invito formale della Nato a Svezia e Finlandia

    Domani i leader dei trenta Paesi della Nato inviteranno formalmente Finlandia e Svezia a unirsi all’alleanza: lo ha reso noto il segretario generale Jens Stoltenberg in conferenza stampa da Madrid. Aggiungendo che il memorandum firmato da Ankara, Helsinki e Stoccolma “affronta le preoccupazioni della Turchia, comprese le esportazioni di armi, e la lotta al terrorismo“. Stoltenberg ha partecipato alla riunione con i leader dei tre Paesi, alla vigilia del vertice Nato di Madrid, che ha portato alla firma del memorandum.

  • 22:11

    I punti dell’intesa secondo i media turchi

    Secondo il network turco Trt, “Svezia e Finlandia hanno promesso alla Turchia passi concreti per l’estradizione di criminali terroristi”, oltre alla rimozione delle restrizioni nel campo dell’industria della Difesa e a un impegno a “impedire propaganda terroristica contro la Turchia” nei due Paesi. Secondo l’agenzia statale turca Anadolu, nel memorandum si legge che “Svezia e Finlandia affronteranno rapidamente le richieste di deportazione o estradizione in sospeso riguardo a sospetti terroristi” da parte della Turchia, non forniranno sostegno alle milizie curde siriane Ypg e al gruppo curdo armato Pkk oltre che alla rete affiliata al predicatore islamico turco residente negli Usa Fethullah Gulen, ritenuta da Ankara responsabile del tentato golpe in Turchia del 2016. Un comitato congiunto tra Turchia, Svezia e Finlandia di funzionari di Giustizia, Difesa, Intelligence e Sicurezza avrà il compito di supervisionare l’attuazione dell’accordo.

  • 22:05

    Stoltenberg: “Saremo tutti più sicuri”

    “La politica delle porte aperte della Nato è un successo, abbiamo mostrato di saper risolvere i problemi attraverso le negoziazioni, con l’ingresso di Svezia e Finlandia nell’alleanza saremo tutti più sicuri“. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, precisando che i dettagli del memorandum saranno presto firmati, compreso l’accordo sulle estradizioni, che rispetterà gli standard europei. Stoltenberg ha poi precisato che i leader Nato a questo punto inviteranno ufficialmente Svezia e Finlandia nel corso del vertice, passaggio che aprirà la via al percorso di ratifica da parte di tutti gli alleati. “Con il loro ingresso tutto il quadro dello scacchiere baltico-scandinavo verrà rafforzato”, ha aggiunto.

  • 22:02

    Stoltenberg: “Memorandum risponde a preoccupazioni Turchia”

    “Abbiamo l’accordo per l’ingresso di Svezia e Finlandia. Il memorandum firmato risponde alle preoccupazioni della Turchia sulla lotta al terrorismo e l’esportazione di armi”. Lo ha annunciato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in una conferenza stampa a Madrid, parlando di “incontri costruttivi” oggi tra i leader di tre Paesi. “Nessun alleato ha sofferto più della Turchia per i brutali attacchi terroristici, tra cui quelli del Pkk”, ha sottolineato Stoltenberg.

  • 21:59

    Turchia: “Piena cooperazione da Svezia e Finlandia contro il Pkk”

    La Turchia “ha avuto quello che chiedeva” dai colloqui con Svezia e Finlandia sulla loro adesione alla Nato. Lo riferisce la presidenza turca, sottolineando di aver ottenuto la “piena cooperazione” da Helsinki e Stoccolma contro il Pkk e i suoi alleati.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui