Guerra in Ucraina, la diretta – Minacce tra Londra e Mosca: “Fuoco in Russia con nostre armi? Lecito”. “Allora possiamo colpire Paesi Nato”

Tensioni con la Gran Bretagna, Cremlino e Pechino evocano la III guerra mondiale. Putin a Guterres: "Accordo solo con Crimea e Donbass". A Zaporizhzhia missili sopra la centrale nucleare. Nuovo attacco in Transnistria. A Ramstein vertice tra Usa e 40 Paesi sull'invio di armi. E intanto Mosca blocca le forniture di gas a Polonia e Bulgaria

Aggiornato: 11:52

  • 16:55

    Berlino: “Vicini all’indipendenza dal petrolio russo”

    “La Germania è molto vicina all’indipendenza dal petrolio russo. E oggi posso dire che un embargo è diventato gestibile”. Lo ha detto a Varsavia il ministro tedesco dell’Economia e del Clima, Robert Habeck, in conferenza stampa. Il vicecancelliere ha ipotizzato che possa bastare poco per trovare un’alternativa all’ultima raffineria tedesca che si rifornisce di petrolio russo: “Spero solo pochi giorni”. Nelle scorse settimane il numero due del governo Scholz aveva sostenuto che la Germania sarebbe stata autonoma dal petrolio di Mosca entro la fine dell’anno.

  • 16:40

    Transnistria: “Tracce attacchi portano a Kiev”

    “Le tracce degli attacchi terroristici in Transnistria portano all’Ucraina”. Lo ha detto il presidente dell’autoproclamata repubblica filorussa della Transnistria, Vadim Krasnoselsky, citato da Interfax, spiegando che si tratta dei “primi risultati delle attività operative e investigative urgenti”. “Credo che coloro che hanno organizzato questi attacchi cerchino di trascinare la Transnistria nel conflitto”, ha aggiunto Krasnoselsky.

  • 16:31

    Mosca: “Rappresaglia se attaccati con armi Nato”

    “L’esercito è pronto a condurre raid di rappresaglia se la Russia verrà attaccata con armi occidentali”. Lo ha affermato il ministero della Difesa di Mosca, citato dalla Tass, spiegando che sarebbero “raid proporzionati contro i centri decisionali a Kiev, dove si trovano i consiglieri occidentali”, alla luce dei “tentativi di Londra di spingere le autorità ucraine” a colpire la Russia.

  • 15:44

    Putin: “Russi fuori dai Giochi è violazione diritti”

    Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l’esclusione degli atleti paralimpici dalla Russia e della Bielorussia dai Giochi Paralimpici di Pechino “una violazione dei principi dello sport e della dichiarazione universale dei diritti umani”. Lo riporta la Tass. Putin ha ricevuto oggi gli atleti russi medagliati ai Giochi. Nel suo discorso il capo del Cremlino ha fatto riferimento alla Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, osservando che “tutto è scritto lì”. “Non si tratta dello status politico, legale o internazionale del Paese che l’atleta rappresenta, ma della persona stessa, sono questi diritti che sono stati violati”, ha sottolineato.

  • 15:13

    Moldavia: “Cercano di coinvolgerci nel conflitto”

    Dietro gli attacchi degli ultimi due giorni in Transnistria si nasconderebbero i tentativi di provocare un’escalation della tensione nella regione, in particolare da parte delle “fazioni pro guerra, interessate a destabilizzare la situazione”. È quanto ha detto la presidente della Moldova, Maia Sandu, in una conferenza stampa seguita alla riunione del Consiglio di sicurezza: “Condanniamo tutte le provocazioni e i tentativi di coinvolgere la Moldova in azioni che potrebbero mettere in pericolo la pace”.

  • 15:06

    Almeno 9 civili morti nei bombardamenti russi

    Sono almeno nove i civili uccisi nei bombardamenti russi che hanno colpito diverse zone dell’Ucraina orientale e meridionale, secondo i rapporti delle autorità locali. Tre civili sono morti sotto le macerie di un edificio colpito da un bombardamento nella città di Popasna, altre tre persone sono sono state uccise e sette ferite in un bombardamento a Kharkiv (est). E ancora almeno due civili sono stati uccisi e sei feriti nella regione di Donetsk mentre, nel sud, a Zaporizhzhia, alcuni colpi hanno ucciso almeno una persona e ne hanno ferita un’altra.

  • 15:01

    Mosca risponde Gb: “Legittimo colpire Paesi Nato”

    Se il governo britannico considera legittimo l’uso da parte di Kiev di armi ricevute dall’Occidente per “colpire in profondità le linee di rifornimento” di Mosca in territorio russo in modo da limitare perdite e distruzione, la Russia potrebbe ritenere altrettanto legittimo prendere di mira “in profondità le linee di rifornimento” ucraino fin “dentro quei Paesi i quali trasferiscono all’Ucraina armi” che pure producono “morte e distruzione”. Lo scrive Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, rispondendo sul suo profilo Facebook ad affermazioni del viceministro della Difesa di Londra, James Heappey.

  • 14:51

    Aiea: “A Chernobyl livelli radioattività anormale”

    Il livello di radioattività della centrale nucleare di Chernobyl è “anormale”. Lo sostiene il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) . L’occupazione russa di Chernobyl è stata “molto, molto pericolosa”, ha aggiunto il capo dell’Aiea, Rafael Grossi, in occasione della visita all’area della centrale nel giorno dell’anniversario della tragedia avvenuta il 26 aprile 1986. “La situazione era assolutamente anormale e molto, molto pericolosa”, ha aggiunto.

  • 14:47

    Oslo stanzia 44 milioni di dollari per Kiev

    La Norvegia stanzierà 400 milioni di corone norvegesi (44 milioni di dollari) per un’iniziativa guidata dal Regno Unito per l’acquisto di armi e attrezzature militari per l’Ucraina. Lo ha detto oggi il primo ministro norvegese Jonas Gahr Stre, citato dalla Cnn. Parlando al parlamento norvegese, Stre ha spiegato che la mossa ha permesso di sostenere l’Ucraina con armi che l’esercito norvegese non aveva o a cui non poteva rinunciare. Donare armi a una parte in guerra è stata una “nuova esperienza” per la Norvegia, ha aggiunto il primo ministro. La Norvegia aveva precedentemente donato all’Ucraina un totale di 4.000 missili anticarro, diversi tipi di equipaggiamento protettivo e altre attrezzature militari, secondo il ministero della Difesa.

  • 14:45

    Il segretario Onu Guterres a Mosca – Video

     

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui