Guerra Russia-Ucraina, la diretta – Biden: “Conflitto è tutt’altro che concluso”. “Esecuzioni a Trostianets, in 400 spariti da Hostomel”

Putin: "Su Bucha ciniche provocazioni". Ma secondo il governo ucraino "25 donne hanno denunciato di essere state stuprate". Pentagono: russi hanno completato il ritiro dall’area di Kiev e di Chernihiv. Chiesto alla popolazione di evacuare le regioni dell’Est. Il sindaco di Mariupol: oltre 5mila civili uccisi, 50 bruciati vivi nel bombardamento dell'ospedale pediatrico

Aggiornato: 10:54

I fatti più importanti

  • 18:21

    Bombardamenti nella regione di Luhansk

    Pesanti bombardamenti russi sulla regione di Luhansk, con 81 raid nella notte. Colpita in particolare la città di Severodonetsk, dove sono in fiamme dieci palazzoni, ha reso noto il governatore, Serhii Haidai, su Telegram, dopo aver sollecitato l’evacuazione dei civili da diversi centri abitati della regione. “Stiamo cercando di raccogliere informazioni sulle vittime“, ha aggiunto. Sono state colpite anche una azienda a Lysychansk e una casa a Rubizhne. A ora sono state evacuate 30mila persone. Ma è impossibile dire quanti sono rimasti nelle loro case.

  • 18:14

    Pentagono: “Russi completamenti ritirati da Kiev e Chernihiv”

    Le forze russe si sono completamente ritirate dalla aree di Kiev e Chernihiv per “riconsolidarsi in Bielorussia e Russia“. E’ questa la valutazione del Pentagono, espressa da un alto ufficiale durante un briefing che sottolinea anche che la Russia non è ancora stata in grado di “occupare” Mariupol nonostante abbia completamente isolato la città meridionale. Inoltre, si stima che dall’inizio dell’invasione, il 24 febbraio scorso, i russi abbiano lanciato contro obiettivi in Ucraina oltre 1450 missili.

    Guarda la mappa del conflitto

  • 17:53

    Il sindaco di Kiev: “Aspettate a tornare nella capitale”

    “Gli abitanti di Kiev andati in altre città continuano a tornare nella capitale”. Lo fa sapere su Telegram il sindaco Vitaliy Klitschko, rivolgendo un appello “a chi non è ancora tornato a casa: per favore aspettate“, perché “la minaccia di bombardamenti sulla città resta ancora probabile“. Il primo cittadino, inoltre, esorta “i residenti di Kiev che attualmente si trovano in città a fare attenzione, a non ignorare gli allarmi, a seguire le regole del coprifuoco, che durerà nella capitale dalle 21.00 alle 6.00“.

  • 17:45

    Colloquio Stoltenberg-Orban: “Uniti contro Mosca”

    “Ho parlato con il premier Viktor Orban dell’Ungheria. Gli alleati della Nato sono uniti nella condanna della brutale guerra della Russia contro una nazione sovrana e indipendente. Siamo pronti per un’azione di lungo periodo, sostenendo l’Ucraina, rafforzando le nostre sanzioni e aumentando la nostra deterrenza e difesa”. Lo ha scritto su Twitter il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, mentre a Bruxelles è in corso il consiglio atlantico al livello dei ministri degli Esteri.

  • 17:24

    Nuove sanzioni Gb: congelati asset di Sberbank, entro l’anno stop a import petrolio e carbone

    Nuovo pacchetto di sanzioni anche dal Regno Unito contro la Russia, in contemporanea con Usa e Ue e in risposta ai crimini di guerra in Ucraina. Il governo di Boris Johnson ha annunciato oggi in particolare il congelamento sull’isola di ogni asset di Sberbank, la principale banca pubblica di Mosca, nonché l’impegno ad azzerare già entro quest’anno tutte le importazioni di petrolio o carbone russi.

  • 17:22

    Orbán: “I russi sanno che siamo avversari, condanniamo l’aggressione”

    “I russi sanno che noi facciamo parte della Nato e che siamo avversari. Noi condanniamo l’aggressione all’Ucraina“. Lo ha detto il rieletto premier ungherese Viktor Orbán in conferenza stampa a Budapest, chiarendo la propria posizione sul conflitto. Vladimir Putin era stato fra i primi a congratularsi lunedì per la vittoria elettorale e gli aveva proposto una “partnership”. Oggi i due leader hanno avuto un colloquio.

  • 17:21

    Casa Bianca: “Contro la Russia le sanzioni più ampie della storia”

    “Gli Usa e oltre trenta alleati e partner nel mondo hanno imposto alla Russia le restrizioni economiche più impattanti, coordinate e ampie della storia“, riferisce la Casa Bianca in una nota. “Gli esperti predicono che il Pil russo si contrarrà sino al 15% quest’anno, spazzando via gli ultimi 15 anni di guadagni economici. L’inflazione è già schizzata sopra il 15% e si prevede che aumenterà. Oltre 600 imprese del settore privato hanno già lasciato il mercato russo. Diverse catene di fornitura sono state severamente interrotte”.

    “La Russia – prosegue la nota – probabilmente perderà il suo status di economia importante e continuerà nella sua lunga discesa verso l’isolamento economico, finanziario e tecnologico. Confrontato con lo scorso anno, l’export Usa verso la Russia di prodotti soggetti ai nostri controlli sull’export è diminuito del 99% del suo valore e la forza di queste restrizioni aumenterà nel tempo mentre la Russia preleva ogni riserva di pezzi di ricambio per certi aerei, tank e altre risorse necessarie alla macchina da guerra di Putin”.

  • 17:18

    Yellen: “Usa non parteciperanno a incontri G20 con la Russia”

    Gli Stati Uniti non parteciperanno a numerosi incontri del G20 in Indonesia se ci sarà la Russia. Lo ha comunicato la segretaria al Tesoro Janet Yellen nel corso di un’audizione di fronte al Congresso. “Ho detto chiaramente ai miei colleghi in Indonesia che non parteciperemo a numerosi incontri” se ci sarà la Russia.

  • 17:15

    Sanzioni Usa, vietati nuovi investimenti in Russia

    Il presidente americano Joe Biden firmerà un ordine esecutivo che vieta nuovi investimenti in Russia. Lo riferisce la Casa Bianca, confermando le anticipazioni di stampa. Tra le nuove misure annunciate anche sanzioni a importanti imprese statali russe: i provvedimenti, spiegano da Washington, “proibiranno a qualsiasi cittadino americano di fare transazioni con tali entità e congeleranno qualsiasi loro asset soggetto alla giurisdizione Usa, danneggiando quindi la capacità del Cremlino di usarle” per finanziare la guerra in Ucraina. Il dipartimento del Tesoro annuncerà l’elenco completo domani.

  • 17:08

    Nuove sanzioni Usa contro Sberbank e Alphabank: “Obiettivo choc finanziario”

    Le nuove sanzioni che gli Usa, in accordo con Ue e G7, annunceranno oggi contro la Russia colpiranno la Sberbank, la più grande istituzione finanziaria del Paese, e la più grande banca privata, Alphabank. Lo riferisce un alto funzionario dell’amministrazione Usa in un punto con la stampa. “Si tratta della misura più dura presa sinora”. L’obiettivo, sottolinea la fonte, è creare un “choc finanziario” per Mosca. Con le nuove misure, riepiloga “i due terzi del settore bancario russo sono stati colpiti”.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui