Guerra Russia-Ucraina, la diretta – Biden: “Conflitto è tutt’altro che concluso”. “Esecuzioni a Trostianets, in 400 spariti da Hostomel”

Putin: "Su Bucha ciniche provocazioni". Ma secondo il governo ucraino "25 donne hanno denunciato di essere state stuprate". Pentagono: russi hanno completato il ritiro dall’area di Kiev e di Chernihiv. Chiesto alla popolazione di evacuare le regioni dell’Est. Il sindaco di Mariupol: oltre 5mila civili uccisi, 50 bruciati vivi nel bombardamento dell'ospedale pediatrico

Aggiornato: 10:54

I fatti più importanti

  • 13:08

    Amministrazione Mariupol: “I russi bruciano i corpi dei civili uccisi”

    I crematori mobili russi a Mariupol stanno bruciando i corpi dei civili uccisi in città. Lo denuncia l’amministrazione di Mariupol sul proprio canale Telegram. “Gli assassini stanno coprendo le loro tracce. I crematori mobili russi hanno iniziato a operare a Mariupol. Dopo il genocidio di Bucha che ha avuto risonanza internazionale, la leadership russa ha ordinato la distruzione di qualsiasi prova di crimini da parte del suo esercito a Mariupol”.

  • 13:01

    Cremlino: “Indagine indipendente sulla messinscena di Bucha”

    “La mostruosa messinscena” di Bucha deve essere chiarita attraverso “un’indagine obiettiva e indipendente”. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass.

  • 12:46

    L’Ue crea riserve per farmaci e attrezzature contro il rischio nucleare

    La Commissione Ue sta creando riserve strategiche attraverso il meccanismo di protezione civile per migliorare la preparazione e la risposta a rischi chimici, biologici, radiologici e nucleari. Nel pacchetto è inclusa una riserva da 540,5 milioni di euro, in collaborazione con l’agenzia Hera, in attrezzature, farmaci e altro per il trattamento dei pazienti esposti o riserve di decontaminazione. Già mobilitato la riserva medica Ue per procurarsi compresse di ioduro di potassio. Quasi tre milioni di compresse di iodio sono state consegnate in Ucraina con il meccanismo di protezione civile dell’Ue, con l’aiuto di Francia e Spagna.

  • 12:44

    Zelensky: “La Russia usa la fame come arma contro di noi”

    La Russia sta usando la fame come arma nel tentativo di conquistare il territorio ucraino. Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel videomessaggio rivolto al Parlamento irlandese. L’Ucraina – ha detto – è uno dei più grandi produttori mondiali di cibo. Le azioni della Russia porteranno a una carenza di prodotti alimentari e all’aumento dei costi per milioni di persone in tutto il mondo. “Per loro la fame è un’arma contro di noi, gente comune, come strumento di dominazione”, ha affermato. E ha sottolineato che l’esercito di Mosca ha bloccato tutti i porti marittimi dell’Ucraina e le navi con cibo da esportare.

  • 12:31

    Pechino: “Gli Usa revochino le sanzioni per risolvere la crisi”

    Gli Usa devono dimostrare il loro impegno per la soluzione della crisi in Ucraina revocando le sanzioni imposte alla Russia: è la posizione della Cina espressa dal portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian. “Se gli Stati Uniti sono interessati con sincerità a risolvere la crisi in Ucraina, dovrebbero smettere di sventolare il bastone delle sanzioni“, ha sottolineato Zhao nel briefing quotidiano. “La storia e la realtà hanno dimostrato che le sanzioni non portano pace e sicurezza, ma portano solo perdite che si aggiungono alla già difficile situazione economica mondiale”, ha aggiunto.

  • 12:24

    Russia paga in rubli cedola eurobond da 594 milioni

    La Russia ha pagato in rubli una cedola da 594,82 milioni di euro di un eurobond. Lo scrive l’agenzia Bloomberg riportando una nota del ministero delle Finanze di Mosca, in cui è spiegato che le banche estere hanno rifiutato il pagamento in dollari e che pertanto l’obbligazione finanziaria è stata “completamente rispettata”.

  • 12:21

    Peskov: “Ritiro truppe da Kiev? Gesto di buona volontà per i negoziati”

    “Abbiamo deciso di fare un passo come gesto di buona volontà per creare condizioni favorevoli per i negoziati”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, rispondendo a una domanda della tv francese sull’allontanamento delle truppe di Mosca dalla zona di Kiev.

  • 12:19

    Peskov: “Immagini Bucha frutto di falsificazione pianificata”

    “Insistiamo fortemente sul fatto che il filmato che è stato mostrato e le fotografie” di cadaveri scattate a Bucha dopo il ritiro delle truppe russe “sono il risultato di una falsificazione pianificata“. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, in un’intervista alla tv francese.

  • 12:14

    Governatore Donetsk: “Bombe russe su centro distribuzione aiuti, due morti”

    Almeno due persone sono morte in bombardamenti russi su un centro per la distribuzione di aiuti umanitari a Vugledar, nella regione di Donetsk, nell’est dell’Ucraina. Lo riferisce il governatore dell’amministrazione militare ucraina della regione, Pavlo Kyrylenko, comunicando che almeno cinque persone sono rimaste ferite.

  • 12:13

    Zelensky al parlamento irlandese: “Spingere su Ue per sanzioni più rigide”

    In collegamento video con il Parlamento irlandese, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto al governo di Dublino di mostrare “più leadership nella coalizione contro la guerra” e di convincere l’Unione Europea a introdurre sanzioni più rigide “che farebbero davvero in modo che la macchina da guerra russa si fermi. Dobbiamo porre fine al commercio con la Russia. Dobbiamo tagliare i legami delle banche russe con il sistema globale, tagliare le fonti del loro reddito dal loro petrolio che usano per le loro armi e le uccisioni”, ha affermato.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui