Guerra Russia-Ucraina, la diretta – Raid vicino a Kiev: “Le truppe russe sono a 25 km dalla città”. Von der Leyen: “Pronti a nuove sanzioni”

Putin a colloquio con Scholz: "Negoziati nel week end". E dice: "Nuove sanzioni peggiorerebbero le cose". Stoltenberg: "La no fly zone non è nei piani". L'esercito entra a Mykolayiv. "A Kharkiv 2mila morti, cento sono bambini"

Aggiornato: 12:59

I fatti più importanti

  • 11:26

    Sindaco Mykolaiv: “Truppe russe stanno entrando in città”

    Le truppe russe stanno entrando a Mykolaiv, città dell’Ucraina meridionale non distante da Kherson (il cui controllo è rivendicato dai russi), che ospita circa mezzo milione di abitanti. Lo ha annunciato il sindaco Oleksandr Senkevych.

  • 11:20

    Zelensky: “No-fly zone immediata sull’Ucraina”

    “Abbiamo bisogno di una chiusura immediata dei cieli sull’Ucraina, perché solo questo può garantire che la Russia non colpirà gli impianti nucleari”. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato da Ukrainska Pravda, dopo l’attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia.

  • 11:11

    Kiev: “La Russia ha perso 9.166 uomini e 251 carri armati”

    Dall’inizio dell’attacco il 24 febbraio, la Russia ha perso approssimativamente 9.166 soldati, 251 carri armati, 939 blindati, 105 sistemi di artiglieria, 18 sistemi antiaerei, 33 aerei, 37 elicotteri, 404 veicoli, e due imbarcazioni. Lo riferisce il ministero della Difesa ucraino su Facebook.

  • 10:56

    Aiea: “Integrità fisica della centrale violata, per fortuna nessun rilascio di radiazioni”

    “L’integrità fisica della centrale è stata violata”, ma “è importante ricordare che tutti i sistemi di sicurezza dei sei reattori non sono stati colpiti. Siamo fortunati perché non c’è stato nessun rilascio di radiazioni nell’ambiente circostante e l’integrità di reattori è stata mantenuta”. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), Rafael Grossi, confermando che “durante la notte un proiettile ha colpito un edificio all’interno del perimetro della centrale nucleare” di Zaporizhzhia. “Quello che capiamo in questo momento è che la centrale di Zaporizhzhia sia stata colpita da un proiettile russo”, ha riferito Grossi. L’Aiea, ha aggiunto, “continua a monitorare i livelli di radioattività”.

  • 10:48

    Aiea: “Due feriti nell’attacco alla centrale”

    “Due persone sono rimaste ferite” nell’attacco di questa notte alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) Rafael Mariano Grossi, in conferenza stampa a Vienna. “Queste persone non sono operatori o tecnici della centrale ma fanno parte del personale di sicurezza che lavora nella centrale”, ha precisato.

  • 10:47

    L’appello di Zelensky al popolo russo: “Scendete in piazza”

    “Popolo russo, voglio rivolgermi a te. Com’è possibile? Insieme, nel 1986, abbiamo lottato contro le conseguenze del disastro di Chernobyl. Dovete ricordare la grafite bruciata sparsa dall’esplosione. Le vittime”. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dopo l’attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, citato da Ukrainska Pravda. “Se non avete dimenticato, allora non potete tacere”, ha aggiunto, dovete “scendere in piazza e dire che volete vivere. Vivere sulla terra senza contaminazione radioattiva. Le radiazioni non sanno dove sia il confine della Russia”.

  • 10:45

    Zaporizhzhia, Aiea: “Nessuno dei sei reattori è stato colpito”

     

    Nessuno dei sei reattori della centrale nucleare di Zaporizhzhia “è stato coinvolto o colpito” dai combattimenti di questa notte. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia nucleare, Rafael Mariano Grossi, in conferenza stampa. 

  • 10:26

    Oltre 672mila rifugiati ucraini in Polonia

    Sono oltre 672mila i rifugiati dall’Ucraina che sono entrati in Polonia dall’inizio dell’aggressione russa. Lo fa sapere la Guardia di frontiera polacca.

  • 10:24

    Borrell: “Russia usa armi vietate dalla Convenzione di Ginevra”

    La Russia sta usando “armi severamente vietate dalla Convenzione di Ginevra, ci sono numerose perdite civili. È importante attivare il meccanismo di Mosca e avviare una missione per indagare su eventuali crimini di guerra commessi in Ucraina”. Lo ha detto l’Alto rappresentante Ue per la politica estera Josep Borrell arrivando al vertice dei ministri degli Esteri della Nato. “Questo è il momento di far sentire la nostra voce e di alzarsi. È il momento in cui l’unità transatlantica è più importante che mai. Prenderemo in considerazione tutto: una settimana fa vi dissi che tutto era sul tavolo e avete potuto vedere che tutto era sul tavolo perché abbiamo preso misure che nessuno poteva aspettarsi. Quindi tutto rimane sul tavolo”, ha aggiunto.

  • 10:22

    Zelensky: “Dalla Russia terrorismo nucleare” [VIDEO]

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui