/ di

Luigi De Magistris Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

Sindaco di Napoli

Se dovessi indicare qual è stato il leitmotiv della mia esistenza, umana e professionale, citerei una frase del giudice Livatino: “Alla fine della vita ci verrà chiesto se siamo stati credibili e non credenti”. Proprio l’essere credibile -quindi la realizzazione di un’armonia fra pensiero e azione, fra ciò che si professa di credere e il comportamento- è sempre stato il mio obiettivo. Nel passato, quando ero pm, e nel presente che mi vede parlamentare europeo dell’IdV e presidente della Commissione controllo sul bilancio. Questa credibilità è la stessa che cerco di insegnare anche ai miei due giovani figli e che mi ha sostenuto nei momenti difficili della mia esperienza professionale. Quando? Quando per esempio spezzoni della magistratura e del potere politico mi hanno costretto a lasciare la toga, punendomi per le indagini portate avanti in merito alle collusioni fra prenditori di soldi pubblici e colletti bianchi del crimine organizzato, collusi con la politica e nelle istituzioni locali e nazionali. Le inchieste Why Not, Poseidone ed altre hanno avuto per me un prezzo salatissimo da pagare: lasciare la professione che amavo e per cui tanto ho studiato e combattuto, accompagnato dalle immagini confortanti di Falcone e Borsellino. A Napoli sono nato e cresciuto, a Catanzaro ho invece vissuto gli ultimi tempi. La Campania e la Calabria hanno fatto da sfondo alla mia esistenza, segnandola. Due terre tanto infiltrate dall’illegalità quanto, per questo, vivaio di nuove speranze di rinnovamento etico. Un rinnovamento a cui ho sempre creduto e a cui sempre crederò, vedendo nella società civile e nel mondo giovanile gli unici veri custodi e artefici di questa speranza democratica di cambiamento morale e politico. Una speranza che per me è simbolicamente racchiusa nell’immagine del Quarto Stato, dove il popolo è in movimento verso il sogno di una giustizia sociale e umana.

Blog di Luigi De Magistris

Società - 10 Gennaio 2015

Pino Daniele, Napoli e il sentimento della libertà

Dove tutto ha senso, c’è sentimento, cantava Pino Daniele. Che sentimento, che emozione assistere ai funerali di Pino Daniele a piazza Plebiscito, vedere l’abbraccio di Napoli, della terra mia, al suo uomo in blues. Pino ha riempito con il suo spirito la stessa piazza che riempiva da vivo: la magia del blues e del sentimento, […]
Diritti - 25 Luglio 2014

Nozze gay: Napoli apripista dei diritti Lgbt. Ora tocca al Parlamento

Ora è il tempo dei diritti civili. La recente notizia dell’insegnante trentina di una scuola paritaria, probabilmente discriminata al punto di perdere il suo lavoro a causa del suo orientamento sessuale, lo dimostra. E lo stiamo dimostrando a Napoli, con atti concreti, perché la buona politica, per essere vicina ai cittadini, non può che farsi […]
Cinema - 4 Giugno 2014

Massimo Troisi, napoletano e universale

4 giugno 1994. Sono vent’anni che Massimo Troisi ci ha lasciati, e mi ricordo quel giorno come se fosse ieri. Shoccato per la perdita di un attore che aveva accompagnato gli anni della mia giovinezza. Quella comicità tutta napoletana, quella patina di tenera timidezza con cui incorniciava i suoi personaggi, nella quale, quando ero un […]
Cultura - 8 Maggio 2014

Vetrine, Il senso di Warhol per Napoli

La cultura non è trendy? I giovani vogliono altro? Magari solo calcio e tv? Falso. I giornali di Napoli, in questi giorni, sono pieni delle foto delle file chilometriche di chi, soprattutto giovani, aspetta ore e ore per poter entrare in un nostro museo cittadino a vedere una mostra su Andy Warhol e la città […]
Ambiente & Veleni - 10 Aprile 2014

Napoli, un concorso di idee per il viadotto dell’Arenella

Caro Jacopo Fo, grazie per avermi segnalato l’incredibile storia del ponte sospeso dell’Arenella, a Napoli. E’ una storia che conosco bene e sulla quale già stiamo intervenendo. Con una proposta, come fra poco ti racconterò, molto simile alla tua. A riprova, come tu stesso dici nel post, che condividiamo una comune sensibilità: per una politica […]
Diritti - 4 Aprile 2014

Immigrazione, la risorsa che l’Europa deve riscoprire

Il Mediterraneo deve tornare a essere un mare di pace. L’ho detto al recente vertice su Mediterraneo e sicurezza organizzato a Napoli dalla Rappresentanza italiana della Commissione Ue. Parlare a Napoli di culture e integrazione è naturale, infatti. Napoli ha nel suo dna la cultura dell’accoglienza; siamo sempre stati crocevia del Mediterraneo, luogo d’incontro di […]
Cronaca - 10 Marzo 2014

Napoli, l’emergenza case e ‘La Grande Bellezza’ di Scampia

Ogni volta che mi reco a Scampia, e ci sono stato due volte la scorsa settimana, vedo quegli sprazzi di grande bellezza a cui fa riferimento Jep Gambardella nell’ultimo capolavoro, premiato con l’Oscar, di Paolo Sorrentino. C’è un filo rosso che lega la Grande bellezza a quei luoghi. Sorrentino, che porta il talento di Napoli […]
Società - 28 Febbraio 2014

Unicri sceglie Napoli: ‘Voci contro il crimine’ e voglia di giustizia

Chi è colpito da una malattia, può sviluppare i migliori anticorpi per sconfiggerla. Per questo, credo che a Napoli possiamo essere attrezzati meglio di altri per affrontare i problemi. Per questo, a Sud si è sviluppato uno straordinario patrimonio di risorse e soluzioni contro le mafie. L’esperienza dell’antimafia, che è innanzitutto meridionale, è una delle […]
Politica - 10 Febbraio 2014

Napoli: insieme contro la crisi, il caso dell’Albergo dei poveri

Quello che i cittadini imputano con maggiore severità alla politica è l’immobilismo. Dopo anni di chiacchiere, è giunto il tempo delle riforme e, nelle città, delle trasformazioni urbane. Da troppi anni l’Italia è ferma mentre il mondo si muove; siamo usciti fuori dal G8 e qualcosa deve cambiare per far ripartire il Paese. Quando sei […]
Cultura - 12 Gennaio 2014

Teatro San Carlo: i dimissionari rientrino. No al commissariamento

Il Teatro San Carlo, che da due anni vanta un pareggio di bilancio, non era nelle condizioni di aderire alla legge Valore Cultura. Una legge che di valore e di culturale non ha nulla, imponendo un taglio del 35% dei salari delle lavoratrici e dei lavoratori, oltre che un taglio della stessa pianta organica. Una […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×