/ di

Raffaele Nappi

Articoli di Raffaele Nappi

Cervelli in fuga - 29 dicembre 2017

Pensionata in Tunisia: “Qui in un anno pago le tasse che verserei in un mese in Italia”

“Dopo tanti anni di lavoro in Italia abbiamo pensato che ci meritavamo un regalo. Così ci siamo trasferiti in Tunisia”. Manuela Bruzzo, 63 anni, originaria di Vicenza, è arrivata ad Hammamet insieme al suo compagno: qui vive dal maggio 2016, godendosi la pensione in una villa sul mare e “a un’ora e mezza di volo […]
Società - 28 dicembre 2017

Dal barcone nel Mediterraneo alla squadra di football americano. “Anche così integriamo chi viene dall’inferno”

L’integrazione passa anche da qui. Dalle periferie di Roma, dai campi impolverati e polverosi lontani dal centro. Da un gruppo di ragazzi che ha accolto due migranti nella loro squadra di football. “Abbiamo deciso di puntare sull’integrazione per dare una possibilità a chi ha lottato per arrivare fin qui – racconta Giacomo Tancioni, presidente della Legio XIII – […]
Cervelli in fuga - 27 dicembre 2017

Chirurgo a Valencia: “In Italia devi aspettare i 40 anni per entrare in sala operatoria”

Quando Matteo Frasson è arrivato per la prima volta a Valencia insieme a sua moglie, erano passati due giorni dalla sua laurea Specialistica in Chirurgia: “Venivamo dal freddo e grigio clima milanese – racconta – il fine settimana successivo stavamo sdraiati in spiaggia con 20 gradi e ci siamo detti ‘Da qui non ci muoviamo più’”. Era […]
Società - 25 dicembre 2017

“Abbiamo mollato tutto per vivere coi nostri figli in barca a vela. Prima eravamo sfiniti, ora siamo stanchi ma contenti”

Ma siete sicuri? Sicuri sicuri? Ci avete pensato bene? E i bambini? E i soldi? E il lavoro? Sono state queste le reazioni di chi li conosceva. “Abbiamo sempre avuto attività che hanno assorbito molto del nostro tempo e che, complici i nostri smartphone, abbiamo faticato ad accantonare anche nei nostri momenti di svago. E […]
Cervelli in fuga - 23 dicembre 2017

Informatico in Nuova Zelanda. “L’anno scorso ho rifiutato 40 offerte di lavoro. In Italia classe politica da tso”

Tornare? “Sì, ma solo per salutare i parenti”. Ha le idee chiare Alessandro Barel, classe 1979, sistemista informatico. Da quattro anni vive insieme a moglie e figli a Wellington, in Nuova Zelanda. Ha un contratto a tempo indeterminato, un corso l’anno di training pagato dall’azienda e scuole di alta qualità per le figlie. “Volevamo realizzarci […]
Cervelli in fuga - 20 dicembre 2017

Manager a Shenzhen. “Qui vivo il sogno cinese, ma porto sempre la Sardegna nel cuore”

Quando è stato ammesso al training in azienda, Nicola era l’unico straniero presente. Oggi, dopo 6 anni passati a Shanghai, in Cina, Nicola Fanni, 29 anni, dalla Sardegna, è manager di una grande multinazionale cinese delle telecomunicazioni. Vive e lavora nel quartier generale di Shenzhen e si occupa di marketing, ICT e tecnologia d’impresa. In […]
Società - 18 dicembre 2017

“Sport, fruttivendolo e flessibilità per mamme e papà: col nostro welfare aziendale massimizziamo il lavoro di tutti”

Dai benefit agli asili nido: da oggi Ilfattoquotidiano.it racconta le storie di aziende virtuose che hanno deciso di sviluppare forme di welfare interno a sostegno dei propri lavoratori. Sempre verificando le descrizioni degli imprenditori con le rappresentanze sindacali. Ogni martedì in sede arriva il fruttivendolo. Il mercoledì è il turno della tintoria, con ritiro e […]
Cervelli in fuga - 17 dicembre 2017

Ingegnere chimico in Svizzera: “In Italia le imprese che fanno innovazione non emergono”

“Amo la Svizzera, la considero la mia seconda patria. Il futuro? È qui”. Mariangela Mortato, 34enne di Bologna, da due anni vive a Basilea. Dopo una laurea triennale, una specialistica, un Phd in Nanotecnologie presso il Cnr e un postdoc a Nimega (in Olanda) e poi a Friburgo, (in Svizzera), ha deciso di fermarsi e […]
Cervelli in fuga - 13 dicembre 2017

Ricercatore a Berkeley: “L’Italia ci ritiene degli sfigati, mentre qui gli scienziati sono il top della società”

“L’Italia non ci apprezza quanto dovrebbe. Gli scienziati, qui, sono il top della società”. Basta una frase per raccontare la storia di Davide Martizzi: 31 anni, dopo una laurea in fisica a Roma Tre, una specialistica in astrofisica e un dottorato in cosmologia computazionale a Zurigo, è arrivata la chiamata dagli Stati Uniti. Da tre […]
Società - 3 dicembre 2017

“Con la stampante 3D spieghiamo la storia agli studenti italiani”: la startup nata per valorizzare l’Abruzzo

Imparare la storia grazie alla stampa 3D. Ma, soprattutto, valorizzare il patrimonio culturale attraverso le nuove tecnologie. E, per giunta, al Sud. È questo l’obiettivo di Hi-Storia, startup culturale abruzzese che lavora su modellini tridimensionali di chiese, edifici storici e opere d’arte, realizzando laboratori didattici e coinvolgendo studenti, docenti e istituzioni culturali. Tutto è nato […]
Enel, parte progetto europeo per stazioni ultraveloci di ricarica auto elettriche
‘In Costa Rica avrei aperto tre alberghi, ma in Puglia ho costruito un’oasi di futuro’

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×