/ di

Marco Travaglio Marco Travaglio

Marco Travaglio

Direttore de Il Fatto Quotidiano e scrittore

Marco Travaglio ha lavorato con Indro Montanelli, prima a «il Giornale» e poi a «La Voce». Ha collaborato con diverse testate, fra cui «Sette», «Cuore», «Il Messaggero», «Il Giorno», «L’Indipendente», «Il Borghese», «la Repubblica» e «l’Unità». Oggi, oltre a collaborare con «l’Espresso», «MicroMega», «A» e con Servizio pubblico di Michele Santoro, è direttore de «il Fatto Quotidiano», che ha contribuito a fondare nel 2009.

Dopo il successo di Promemoria, Anestesia totale, E’ Stato la mafia, Slurp – Lecchini, Cortigiani & Penne alla Bava, è in scena nei teatri italiani con Perché No, insieme a Giorgia Salari.

È autore di molti libri di successo, tra i quali: L’odore dei soldi (con Elio Veltri, Editori Riuniti 2001), Regime (con Peter Gomez, Rizzoli-Bur 2004), Per chi suona la banana (Garzanti 2008), Colti sul fatto (Garzanti 2010). Per Chiarelettere ha pubblicato: “Mani sporche” (con Pter Gomez e Gianni Barbacetto, 2007), “Se li conosci li eviti” (con Peter Gomez, 2008), “Il bavaglio” (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2008), “Italia Annozero“, (con Vauro e Beatrice Borromeo, 2009), “Papi. Uno scandalo politico“, (con Peter Gomez e Marco Lillo, 2009), “Ad personam” (2010), Silenzio, si ruba (dvd+libro, 2011), “Mani pulite. La vera storia vent’anni dopo” (con Gianni Barbacetto e Peter Gomez, 2012), “BerlusMonti(Garzanti, 2012), “L’illusionista. Ascesa e caduta di Umberto Bossi” (con Pino Corrias e Renato Pezzini, Milano, Chiarelettere, 2012), “Viva il Re!(Chiarelettere, 2013), “È Stato la mafia (Chiarelettere, 2014), “Slurp. Dizionario delle lingue italiane” (Chiarelettere, 2015), “Perché NO” (Paper FIRST, 2016),

Articoli Premium di Marco Travaglio

Editoriale - 12 dicembre 2018

L’Imbecille Globale

Jean-Paul Fitoussi, rileggendosi, s’è spaventato dell’aggettivo usato nell’intervista ad Antonello Caporale per definire Emmanuel Macron: “imbecille”. Ma, per quanti sforzi facciamo, non riusciamo a trovarne uno più appropriato per definire il suicidio del presidente francese, eletto trionfalmente all’Eliseo un anno e mezzo fa e ora già da buttare come un Renzi qualunque. Si è trattato […]
Editoriale - 11 dicembre 2018

Mediashopping

Con tutto il rispetto per Matteo Dall’Osso, il deputato affetto da una grave malattia, rieletto (per la seconda e ultima volta) con i 5Stelle e ora passato a Forza Italia, la storiella della sua folgorazione sulla via di Arcore per nobili motivi di “libertà e solidarietà verso le categorie più deboli” può raccontarla a qualcun […]
Ma mi faccia il piacere - 10 dicembre 2018

Ma mi faccia il piacere

Compro una vocale. “Berlusconi mobilita Fi: ‘C’è il rischio recessione. Siamo il partito del Pil’” (il Giornale, 5.12). Più che del Pil, del pilu. E ora, subito le erezioni anticipate. Delusioni. “Il Messaggero è l’unico giornale che leggo” (papa Francesco, 9.12). Non c’è più religione, E ora chi lo dice a Scalfari? Dovere di cronaca. […]
Editoriale - 9 dicembre 2018

Il (vero) partito del Pil

Siccome la marcia No Tav di ieri a Torino è andata infinitamente meglio di quella Sì Tav dei forzapidinleghisti nascosti dietro le famose sette madamine, i giornaloni ne parleranno molto meno, i sociologi non saluteranno la nascita di una nuova classe sociale o di un nuovo partito o di una nuova opposizione, e nessuno si […]
Editoriale - 8 dicembre 2018

Il Partito del Pilu

L’altra sera, intervistato da Corrado Formigli come la Pizia di Delfi in procinto di rompere le acque e sgravare l’oracolo, un tizio in evidente stato confusionale litigava con la grammatica e la sintassi italiane cercando di compitare qualche pensierino di senso compiuto. Era Vincenzo Boccia, nientemeno che presidente della Confindustria. E meno male che la […]
Editoriale - 7 dicembre 2018

Aridàtece Jim

Finirà che rimpiangeremo Jim Messina, il leggendario guru americano e globetrotter della comunicazione che, avendo già rovinato Obama, Rajoy e Cameron, fu ingaggiato da Renzi alla modica cifra di 400 mila euro all’anno perché non c’è il tre senza il quattro. Infatti, anche grazie ai suoi preziosi consigli, il Pd perse rovinosamente tutte le Amministrative, […]
Editoriale - 6 dicembre 2018

Memento Mori

Farà piacere ai pm Di Matteo, Teresi, Tartaglia, Del Bene e all’ex pm Antonio Ingroia, apprendere dalla viva voce del condannato in primo grado a 12 anni Mario Mori, generale dei carabinieri in pensione, già comandante del Ros e direttore del Sisde, che devono morire presto, possibilmente prima di lui. Il noto galantuomo lo va […]
Editoriale - 5 dicembre 2018

A prescindere

Da antichi collezionisti delle gaffe di Danilo Toninelli, l’altroieri ci era parsa eccezionalmente saggia e prudente la sua promessa di riportare Genova agli antichi splendori “in pochi mesi, al massimo anni”. Con una breve ispezione nella sua mente, sotto cotanta chioma, ci era parso di intuire che, mentre diceva “in pochi mesi”, già immaginasse i […]
Editoriale - 4 dicembre 2018

Pesi e misure

La butto lì, casomai qualcuno volesse riflettere seriamente sul ruolo dell’informazione nell’Italia del 2018, uscendo per un attimo dalle opposte trincee del giornalismo embedded: avete idea di quanti articoli di giornale, servizi di tg e dibattiti da talk show e da social sono stati dedicati ai guai del padre di Di Maio e alla sentenza […]
Ma mi faccia il piacere - 3 dicembre 2018

Ma mi faccia il piacere

Il Divino Martelma. “Ci candidiamo al plurale. Siamo una squadra di ragazzi, donne, persone che hanno la voglia di lavorare insieme. Il noi è il futuro #fiancoafianco” (Maurizio Martina, deputato ed ex segretario reggente del Pd, Twitter, 22.11). Ma ti credi il Papa o il Divino Otelma? Neri per caso. “Chiedo cortesemente di non essere […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×