/ di

Marco Crescenzi Marco Crescenzi

Marco Crescenzi

Presidente ASVI Social Change, Scuola di Management ed Innovazione Sociale dal 1997

Vivo tra Londra, Madrid e Roma, è molto stimolante vedere la vita e la società da prospettive diverse. Ho tre figli ( tra Roma e Londra), mia moglie è di Madrid.

“Cambiare vita’, la propria e soprattutto quella degli altri, non solo è ampiamente possibile ma ci arricchisce di senso e lascia una nostra bella impronta nel mondo. Questo è il significato del ‘lavorare nel non profit’.

Questo Blog, avviato nel 2012, vuole offrire ai lettori prospettive dal punto di vista del ‘Non Profit’ o ‘Terzo Settore’, attraverso le sue storie, il suo modo di “fare società” e l’economia civile. Trasmettere la passione per un sogno di cambiamento sociale, come quello che anima me, la Scuola che dirigo e i tanti colleghi che del settore sono protagonisti. Già, cambiare vita, la propria e quella degli altri. Fare la differenza.

Credo che oggi, dopo due anni e mezzo, sia il Blog sul non profit ed il ‘cambio vita’ più seguito in Italia (alcuni post hanno superato i 10.000 lettori) al di la del fatto che mi fa piacere è anche una discreta responsabilità: ricevo centinaia di lettere e molti lettori mi hanno scritto che per loro è stato veramente utile, per capire e anche per cambiare lavoro.

Svolgo centinaia di approfonditi colloqui di ‘cambio vita’ ogni anno con quelli che considero i migliori italiani: sociali, ambiziosi, ricchi di talenti, con la voglia di cambiare musica (e sempre più spesso paese): molti del sud. Un osservatorio diretto ed emozionante.

Laureato in Psicologia ad indirizzo sociale, volontario, animatore di teatro per i bambini, poi psicoterapeuta, psicologo di comunità, consulente, giornalista, poi manager editoriale, imprenditore agricolo, poi imprenditore sociale… e ora mi ci mancava solo il “Blogger”!

Soprattutto, sono fondatore e Presidente di ASVI Social Change (dal 1997), la Scuola di Management Non Profit leader in Europa. Già Coordinatore dei Dirigenti Non profit Italiani (Leader2Leader, 2008-2010) tra i fondatori di EuclidNetwork – l’Associazione dei Dirigenti Non Profit Europei (Parigi 2006), co-fondatore di I-SIN Italian Social Innovation Network (Napoli 2011) e membro del direttivo e del Comitato Scientifico di Symbola -Fondazione per le Qualità Italiane (2005-2008-fondata da E.Realacci, A.Profumo e D.De Masi.

La mia ‘missione’ (con ASVI) è formare ‘agenti di cambiamento sociale’: chi sono? Attivisti, progettisti, manager e professionisti prevalentemente impegnati nel non profit e nello sviluppo locale. Supportare i loro percorsi professionali, metterli in rete, per sviluppare innovazione e qualità sociale. Molti vengono da aziende e multinazionali ‘in cerca di senso’ e per ‘fare la differenza’.

Ho scritto con gusto, dal 1998, diversi libri di management sociale irrigati da una antica vena poetica.

Ho parecchie storie forti da raccontarvi: penso che piaceranno anche a voi.

PS. Sono un tennista appassionato (una modesta 4° Categoria), avrei voluto vedermela sul campo con Roger Federer, sporcarmi di terra rossa e scivolare sull’erba di Wimbledon. Questo sogno non lo realizzerò mai ma mi diverto ugualmente con il mio tennis e mi tengo molto in forma tra un torneo FIT e l’altro.

Pratico (con incostanza) la meditazione, è una cosa straordinaria, senza non potrei vivere, avrei già ‘fuso’ da tempo.

Il mio libro preferito è Memorie di Adriano della Yourcenar: “Mi sentivo responsabile della bellezza del mondo. Sognavo che le città fossero splendide, piene di luce, irrigate d’acque limpide, popolate di esseri umani il cui corpo non fosse deturpato né dal marchio della miseria o della schiavitù, né dal turgore di una ricchezza volgare…”

Per contattarmi (se avete pazienza..): m.crescenzi@asvi.it

Per conoscermi meglio: M.Crescenzi e ASVI Social Change e blog4change

Il mio ultimo libro pubblicato è Social Innovation e Social Business

Blog di Marco Crescenzi

Società - 13 dicembre 2017

Nonprofit: se siete commercialisti, avvocati, business administrator fatevi avanti

Il nonprofit in Italia, Spagna, Europa, tira ferocemente dal punto di vista occupazionale ma non incontra ‘la gente giusta’, come è quella che viene dalle aziende, ha già maturato esperienze gestionali e parla inglese decentemente (livello B2). Morale: nel settore non abbiamo ancora abbastanza professionisti per le richieste delle ong nostre partner. Verrebbe da dire […]
Diritti - 28 aprile 2017

Migranti e Ong: cari Grillo e Di Maio, prima di parlare sciacquatevi la bocca

Scrivo con indignazione a fronte dei violentissimi attacchi a Ong di cui conosco bene valore, trasparenza ed efficacia. E scrivo da presidente della Social change school, che ha formato molti dei manager e dei professionisti che oggi lavorano proprio in quelle organizzazioni, per prendere posizione a supporto della reputazione loro e dei loro dirigenti. Sono […]
Società - 3 marzo 2017

No profit, è il fundraiser il più amato dalle ong italiane

Il fundraiser – o professionista della raccolta fondi – è il profilo professionale più ricercato nelle ong internazionali. Non perché (di solito) è un tipo/a “smart” ma perché garantisce anche l’indipendenza delle ong dai governi e dai loro fondi. In poche righe abbiamo fatto molte affermazioni che vanno spiegate meglio. Primo – Il ‘fundraiser’ non è solo ‘quello […]
Lavoro & Precari - 13 febbraio 2017

Amazon, Delrio e il lavoro visto dal nonprofit

La prima notizia è che nel 2017 Amazon assumerà 1200 operatori di magazzino (umani) a tempo indeterminato in provincia di Roma. La seconda notizia è che il ministro Graziano Delrio (Partito Democratico), invitato a un sopralluogo al nuovo polo, elogia lo spirito di squadra di Amazon – suggerendo ironicamente al proprio Partito di prenderlo a modello. Ma […]
Società - 21 dicembre 2016

Nonprofit, lavorare nell’emergenza umanitaria per restituire il futuro

“Li chiamano profughi, noi li chiamiamo per nome” (Intersos) La recente intervista a Konstantinos Moschochorits di Intersos (pubblicata il 16.12.2016 su Blog4Change, rubrica I Protagonisti delle Ong) ci fa entrare nel “lavoro sul campo” dell’emergenza umanitaria attraverso la storia di uno dei suoi principali attori. “Kostas”, per come lo conosco, è una persona gentile dallo stile asciutto, […]
Società - 14 dicembre 2016

Nonprofit: AAA cercasi professionisti per fundraising, comunicazione e campagne sociali

Le professioni del fundraising sono oggi le più richieste in assoluto nel nonprofit e uno sbocco coerente per chi viene dal “forprofit”. Il guaio, incredibili a dirsi, è che nel settore la domanda supera l’offerta: in pratica non abbiamo abbastanza professionisti – noi come scuola in primis – per le richieste delle ong. Verrebbe da dire che […]
Società - 7 dicembre 2016

Nonprofit, un progetto di vita concreto e una scelta politica

Vi ricordate i tempi i cui i genitori consigliavano ai ragazzi di ‘lavorare in banca’ o ai più ambiziosi di fare il manager in azienda, e lasciare perdere velleità sociali? Io ricordo molto bene le affettuose perplessità o i risolini di sufficienza di chi aveva fatto una ‘scelta sicura’ a fronte della ‘follia’ mia e […]
Società - 10 luglio 2016

Lavorare nel no profit e nelle ong, come scegliere il proprio percorso professionale

Rispondo alle domande di diversi lettori su “Come faccio a sapere se sono adatto?” o “Data la mia esperienza pregressa, qual è il percorso più indicato per me?”, all’interno della campagna #Working4SocialChange promossa dalla Scuola che dirigo. Segnalo che entro il 31 agosto è possibile prenotare gratuitamente un colloquio di valutazione del potenziale con manager di Ong e […]
Società - 25 giugno 2016

La Brexit vissuta da dentro. Ricostruiamo l’Europa a partire da un sogno

Londra, Downing Street 10, 23 Giugno, 6.30 del mattino. Sono qui per seguire in diretta la Brexit, un’emozione particolare che condivido anche con due colleghi di RaiNews24, in attesa dell’uscita di David Cameron e delle dichiarazioni di Boris Johnson. Siamo tutti ‘coscienti del momento’ come si dice. Man mano arriva gente e telecronisti, fino a che […]
Società - 4 giugno 2016

Intellettuali, quale ruolo per loro oggi? Magari nel non profit?

Nelle ultime settimane su l’Espresso si è scatenato un dibattito sulla figura ed il ruolo degli intellettuali che ho trovato stimolante e degno del ruolo di un media serio. Credo possa essere arricchito di dati, in particolare quelli che riguardano “pubblico” e “impatto sociale”. La mia posizione è che di intellettuali ce ne sono molti […]
Volete divorziare dal mondo? Mandate delle mail
La lotta al fascismo (ormai estinto) è solo un alibi per la sinistra

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×