/ di

Gianfranco Amendola Gianfranco Amendola

Gianfranco Amendola

Ex magistrato, esperto in normativa ambientale

Nato a Roma nel 1942, nel 1967 sono entrato in magistratura, con le funzioni di Pretore a Roma, dove, dal 1970 ho iniziato ad occuparmi di reati contro l’ambiente, istruendo e definendo, fino al 1989, oltre 15.000 processi per reati ambientali.
Dal 1989 al 1994 sono stato parlamentare europeo, e in tale veste vice presidente della commissione per la protezione dell’ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori.
Nel settembre 1994, dopo aver rifiutato la ricandidatura, sono tornato in magistratura con le funzioni di sostituto procuratore presso la Pretura di Roma per i reati ambientali. Nel 2000 sono stato nominato Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Roma e, in tale qualità, ho coordinato la sezione ambiente di quell’ufficio.
Dal 2008 sono stato Procuratore della Repubblica a Civitavecchia, fino al pensionamento (dicembre 2015).

In questi anni ho svolto diverse indagini di interesse nazionale, dalla discarica di Malagrotta all’inquinamento elettromagnetico di Radio Vaticana, dall’inquinamento atmosferico nel centro storico di Roma alla gestione degli impianti di depurazione comunali, e, da ultimo, l’oleodotto di Maccarese, i rifiuti della centrale ENEL di Civitavecchia e l’incendio nell’aeroporto di Fiumicino.
Ho ricoperto numerosi incarichi pubblici, partecipando a tutte le vicende che hanno visto nascere ed affermarsi il diritto dell’ambiente in Italia.
Ho collaborato e collaboro per i temi ambientali con diverse testate e riviste. Ho scritto una ventina di libri in tema di normativa ambientale, fra cui In nome del popolo inquinato (Angeli, 7 edizioni dal 1983), i cui diritti di autore ho devoluto a Legambiente. Sono stato presidente della scuola di diritto ambientale del Cervia Ambiente e della Federazione Università verdi. Ho insegnato diritto dell’ambiente in varie sedi, tra cui le Università di Roma, Teramo e Siena e sono stato fra i relatori, con riferimento alla normativa ambientale, dei corsi organizzati dal C.S.M. e dalla Scuola Superiore della Magistratura.
Attualmente sono docente di diritto penale dell’ambiente all’Università La Sapienza di Roma

Blog di Gianfranco Amendola

Ambiente & Veleni - 12 Aprile 2019

Decreto Genova, due novità sul pasticcio dei fanghi in agricoltura. Ora non resta che aspettare

Già più volte ho trattato sul mio blog del pasticciaccio brutto dell’articolo 41 del decreto Genova, che per alcune sostanze industriali e tossiche ha innalzato notevolmente i limiti indicati dalla Cassazione nel 2017 per l’utilizzazione dei fanghi da depurazione in agricoltura. Se oggi ne riparlo è perché ci sono due novità, una italiana e l’altra “europea”. […]
Ambiente & Veleni - 23 Febbraio 2019

Tagliare coda e orecchie ai cani equivale a maltrattarli. Ora una sentenza lo conferma

Chi taglia la coda a un cane commette il reato di maltrattamento di animali e rischia la condanna della reclusione da 3 a 18 mesi o della multa da 5.000 a 30.000 euro. Lo ha ribadito, con una sentenza appena pubblicata (n. 4876 del 31 gennaio 2019), la terza sezione penale della Cassazione chiamata ad […]
Ambiente & Veleni - 17 Gennaio 2019

Trivellazioni e airgun, facciamola finita

Mentre i nostri mari agonizzano e la scienza ci dice che presto conterranno più plastiche che pesci, come si può pensare di continuare ad autorizzare per le trivellazioni l’uso dell’airgun? E cioè di una tecnica che – come riporta Ispra (il nostro massimo organo di controllo scientifico governativo in campo ambientale) nei suoi rapporti 2016-2017 […]
Ambiente & Veleni - 23 Dicembre 2018

Rifiuti di Di Maio padre, ma qual è il reato?

“Mariglianella. Il ritrovamento di ‘scarti edili, residui ferrosi e pezzi di igienici’ nel terreno di famiglia di Mariglianella costa al geometra Antonio Di Maio, padre del vicepremier Luigi, l’iscrizione nel registro degli indagati con l’ipotesi di ‘deposito incontrollato di rifiuti’“. Questa è la notizia bomba sparata con grande clamore in questi giorni da tutta la stampa […]
Ambiente & Veleni - 13 Dicembre 2018

Rifiuti, i cittadini lottano contro le esalazioni. Ma come ci si difende dai rischi per la salute?

In questo nostro Paese, chi ci difende dalle esalazioni maleodoranti? Di certo questa domanda se la sono fatta i tanti romani che, per anni, hanno dovuto convivere con l’impianto Tmb Salario dell’Ama e ora tremano per le possibili conseguenze provocate dall’incendio devastante di pochi giorni fa. Ovviamente, adesso tutti parlano dell’incendio e della puzza di prima […]
Giustizia & Impunità - 2 Dicembre 2018

Fanghi di depurazione, il problema non sono (solo) gli idrocarburi. La mia risposta a Marco Bella

Pochi giorni fa ho letto un post molto stimolante del deputato 5 stelle Marco Bella a difesa dell’articolo 41 del decreto Genova (fanghi di depurazione per l’agricoltura). Si tratta di un argomento importante per l’ambiente e la nostra salute, quindi, mi sembra opportuno continuare (dopo i miei primi post) un dibattito sereno che fornisca al […]
Giustizia & Impunità - 26 Novembre 2018

Aquarius, i rifiuti dei migranti sono davvero un rischio per la nostra salute?

Ma è proprio vero che i migranti, oltre a essere brutti, sporchi e cattivi, attentano alla nostra salute con i loro rifiuti? Pochi giorni fa, infatti, la magistratura di Catania ha ordinato il sequestro della nave Aquarius di Medici Senza Frontiere e Sos Mediterranée per un reato particolare: il traffico illecito di rifiuti sanitari infettivi […]
Ambiente & Veleni - 15 Novembre 2018

Decreto Genova, è legge anche l’articolo sui fanghi in agricoltura. Ho una domanda per M5s

Con la conversione in legge del decreto governativo per il disastro di Genova, è diventato legge anche l’articolo 41, quello, cioè, che, “per superare situazioni di criticità nella gestione dei fanghi di depurazione” per l’agricoltura, ha elevato ampiamente, per numerose sostanze tipicamente industriali e pericolose, i limiti che la Cassazione nel 2017 aveva indicato: in […]
Ambiente & Veleni - 30 Ottobre 2018

Decreto Genova, l’articolo sui fanghi in agricoltura è una vergogna nazionale. Va tolto con le scuse

L’articolo 41 del decreto Genova – peggiorato dall’emendamento ampliativo presentato dalla maggioranza – vuole consentire di smaltire in agricoltura fanghi pesantemente contaminati da idrocarburi, diossine, furani, PCB, toluene, selenio, berillio, cromo e arsenico. E non solo non ha niente a che vedere con l’emergenza Genova ma soprattutto consente al partito degli inquinatori, spalleggiato dai suoi […]
Giustizia & Impunità - 3 Ottobre 2018

Stato di necessità, quando si può infrangere il codice della strada senza prendere multe

Pochi giorni fa su questo blog ho pubblicato un post in cui criticavo una sentenza della Cassazione (civile) relativa alla mancata applicazione dello stato di necessità in un caso in cui un veterinario aveva violato alcune norme del codice della strada per soccorrere un animale gravemente malato. Numerosi lettori de Il Fatto Quotidiano hanno commentato […]
Taranto, la Asl al sindaco: “Criticità per patologie associabili ad inquinamento industriale, ma meno ospedalizzazioni”
Emiliano: ‘Iniziati i lavori per 2° gasdotto in Salento’. Sindaco di Otranto smentisce: ‘Solo pulizia in vista dei saggi ambientali’

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×