/ di

Carlo Tecce Carlo Tecce

Carlo Tecce

Giornalista

Irpino di Castelfranci, classe 1985. Lavora al Fatto dal secondo numero in edicola. Scrive di politica, attualità e comunicazione. È il responsabile di insider.ilfattoquotidiano.it. Due libri, un figlio.

Blog di Carlo Tecce

Media & Regime - 7 novembre 2012

Le elezioni Usa in Tv (2): chi sa di cosa sta parlando?

La televisione italiana non è provinciale, no, per diridindina: è paesana. Quando Porta a Porta si collega con l’ambasciata Usa, trasferitasi nel lussuoso albergo accanto, pensi che il Maine non sia mai stato così lontano. Quando Giuliano Ferrara su La7, cerca di non sbadigliare carezzando la coscia di Carlo Rossella, pensi che tutti siamo democratici, […]
Media & Regime - 3 novembre 2012

Il Vaticano non ci vuole

Confesso. Ho peccato. E non chiedo perdono. Ho ricevuto una lettera timbrata con le chiavi decussate vaticane e firmata padre Federico Lombardi: “Lei non sarà più ammesso in questa sala stampa come ospite, cosa che invece avevo accettato con disponibilità contando su un comportamento corretto”. Confesso. Ho peccato. E un peccato d’incoscienza non si giustifica. […]
Media & Regime - 21 ottobre 2012

Mediaset e Rai: rivoluzione pubblicitaria

La pubblicità annoia. Quando interrompe un programma, il primo riflesso è verso il telecomando per cambiare canale. Però, la pubblicità produce l’ossigeno per le televisioni, anche per il servizio pubblico Rai.    Il mercato non è separato da quello che, finanza compresa, avrebbe scatenato la depressione (o recessione) economica nel pianeta. Ma c’è una regola […]
Media & Regime - 13 ottobre 2012

Concilio Vaticano per pochi intimi

Il Vaticano tira pochissimo in televisione. Non attrae pubblico nemmeno per le celebrazioni per il 50esimo anniversario del Concilio Vaticano II. Gad Lerner ha anticipato i concorrenti lunedì all’Infedele: platea molto porporata con l’intervista al cardinale di Milano, Angelo Scola.  Lerner s’è scontrato con il calendario, il concerto da Verona di Adriano Celentano che ha polarizzato […]
Cronaca - 7 ottobre 2012

Vatileaks, tutto sepolto?

Letta la sentenza su Paolo Gabriele, e spente le telecamere e riposti i taccuini, finisce la saga di Vatileaks? La prima udienza del processo ne aveva creato uno parallelo: riguardava il tecnico informatico, dislocato nella segreteria di Stato, Claudio Sciarpelletti. L’imputato è accusato di favoreggiamento, ma sarà complicato provare e punire il reato adesso che il […]
Politica - 4 ottobre 2012

Impermeabile Zingaretti

Nicola Zingaretti è il politico impermeabile del Partito democratico. Sta bene per qualsiasi stagione, sta bene dove lo mettono e dove si mette, sta bene per la Provincia, il comune di Roma, la Regione Lazio. Sta bene persino per palazzo Chigi, un domani. Ma un amministratore è un polivalente o un politico specializzato? Tre mesi […]
Cronaca - 3 ottobre 2012

Paolo Gabriele, opere e omissioni

Il processo a Paolo Gabriele, l’ex maggiordomo di Benedetto XVI, è una sceneggiatura perfetta per una serie televisiva di Rai1. O forse, può sembrare troppo irreale. Un processo così complesso – l’imputato è accusato di furto aggravato, ma nessuno ha capito il movente – meritava tempo, prove, testimoni. E invece, in questa corsa a smacchiare […]
Media & Regime - 30 settembre 2012

Perché nessuno comprerà mai La7

Cercare il giorno in cui La7 fu messa in vendita è irrilevante. La7 è in vendita, per definizione. E non conta la posizione ufficiale o ufficiosa di Telecom Italia, la decantata procedura di dismissione, l’incomprensibile scorporo, le divaricazioni aziendali e i turbamenti degli azionisti. La7 in vendita è un progetto a breve scadenza per chi […]
Sport & miliardi - 6 agosto 2012

Sky, bontà olimpica

Le telecronache sportive possono sembrare poco sportive. Quando una televisione italiana trasmette le Olimpiadi indossa la casacca azzurra: normale, nulla di scandaloso. Però, poi viene lo stile. C’è quello istituzionale dei giornalisti Rai. E quello pirotecnico di Sky. Il telespettatore pagante può scegliere chi applaudire. Gli inviati di viale Mazzini hanno sempre un tono di […]
Media & Regime - 4 agosto 2012

La parabola di Alessio Vinci (..e Mediaset)

Un giorno, ormai immemore, a Mediaset capirono: è più facile non dare una notizia che manipolarla. Vuoi mettere, la fatica. E così avanzò il modello varietà e nullità: salottini, filmini, giochini. Belle facce, avanti e indietro. Spensierati. L’informazione che emanava la Rai, amici sempre amati, era perfetta: certo, qualcuno dava fastidio, però il coro dei […]
Diffamazione, Berselli (Pdl): “Accordo fatto”. No al carcere, “salvi” i libri
“Bush vota Obama per sbaglio”: Repubblica.it rilancia, ma è satira

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×