Animal House

104 serpenti nelle tasche dei pantaloni: lo fermano alla dogana e lo arrestano

L'uomo è stato colto in flagrante nel tentativo di trasportare nel paese cinese esemplari non nativi. Il comunicato delle autorità: "ogni sacchetto conteneva serpenti di ogni forma e colore"

di F. Q.

Un uomo è stato arrestato in Cina con l’accusa di traffico di animali dopo essere stato fermato con oltre 100 serpenti vivi nascosti nelle tasche dei suoi pantaloni. Il viaggiatore, di cui non è stata fornita l’identità, è stato arrestato dagli ufficiali della dogana cinese mentre tentava di superare il confine tra Hong Kong e Shenzhen. L’ufficio doganale ha rilasciato un comunicato nella giornata di martedì: “Durante l’ispezione, gli ufficiali doganali hanno scoperto che le tasche dei pantaloni dell’uomo erano imballate con sei sacchetti legati da un cordoncino e sigillati con un nastro adesivo”, si legge nel comunicato.

“Una volta aperto, ogni sacchetto conteneva serpenti vivi di tutte le forme, dimensioni e colori”. Il comunicato, inoltre, specifica il numero di esemplari ritrovati: 104, tra cui serpenti del latte ed elaphe. Negli ultimi anni, gli sforzi delle autorità cinesi hanno ridotto il fenomeno, ma la Cina resta comunque uno dei maggiori centri per quanto riguarda il traffico illecito di animali. Le leggi cinesi in materia di biosicurezza e controllo delle malattie proibiscono, infatti, l’importazione di specie non native senza permesso.

104 serpenti nelle tasche dei pantaloni: lo fermano alla dogana e lo arrestano
Community - Condividi gli articoli ed ottieni crediti
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione