Viaggi

Mercatini di Natale 2023, ecco quali sono quelli più insoliti: 13 destinazioni imperdibili

Da Lana e Govone fino a Zurigo e Barcellona, le mete da non perdere secondo noi

Testo e Foto di Rita Bossi

Ci siamo. Natale è ormai alle porte, e come ogni anno, i fanatici della ricerca del regalo da mettere sotto l’albero sono a caccia dei più bei mercatini a tema. Ecco la nostra selezione dei più ricercati e insoliti tra prodotti tipici, artigianato locale e villaggi natalizi decorati a festa

La tradizione a Bolzano e Vipiteno
Natale a Bolzano è sinonimo di Christkindlmarkt. Il periodo dell’Avvento qui è davvero magico e unico: per le vie del centro, nei cortili, in piazza è un tripudio di luci, decori, alberi e presepi, cori e note di suonatori di corno alpino, canti natalizi, profumi e sapori. Il mercatino in piazza Walther riunisce più di 60 chalet in legno addobbati, che offrono ninnoli, palline di vetro colorato, angioletti, presepi di legno, gnomi, fate e streghe di pannolenci o di terracotta e molte altre idee regalo. Vipiteno è una garanzia ogni anno; il centro storico medioevale è illuminato a festa: gli addobbi, le luci, il profumo di vin brulé e cioccolato, e soprattutto quella sensazione di vivere un momento assolutamente magico. Ghirlande luminose e moltissime specialità gastronomiche da comprare da mettere in tavola nei giorni di festa. Il mercatino dura fino a inizio gennaio, trasformando la città medievale nella scenografia perfetta per una fiaba invernale.

Polvere di Stelle, il fiabesco mercatino di Lana
L’atmosfera che si respira in questo territorio è unica, grazie anche a Polvere di Stelle, il mercatino di Natale che ha luogo ogni anno a dicembre nel centro di Lana, all’interno del suggestivo e sfavillante Giardino dei Cappuccini. Ad aggiungere luci, colori e profumi al Giardino, 22 casette in legno con prodotti di autentico artigianato altoatesino e stand gastronomici, in cui gustare le delizie tipiche come il vin brulé, la “bevanda analcolica alla polvere di stelle”, le caldarroste, i biscotti di Natale, le minestre, le focacce, i brezel e molto altro. Per i più piccoli, ma non solo, spettacoli e laboratori di bricolage nella “bottega delle scintille” e di cucina nella “bottega dei biscotti”. Ogni fine settimana di dicembre (esclusi il 29 e 30 dicembre), da venerdì a domenica.

Weekend di magia nel magico Paese di Natale a Govone
Fino al 17 dicembre ad Asti c’è anche quest’anno il Magico Paese di Natale, un evento diffuso nel territorio di Langhe, Monferrato e Roero, che riunisce gli eventi natalizi di Asti, del Castello di Govone, di San Damiano d’Asti e altri luoghi piemontesi. Ad Asti si trova l’enorme mercatino di Natale, uno dei migliori 10 d’Europa. Nel centro storico di Govone, proprio nelle piazze attorno al Castello Sabaudo, vanno in scena spettacoli e animazioni. I bambini potranno cimentarsi nelle varie prove de La Scuola degli Elfi, per diventare abili elfi apprendisti. Sarà possibile visitare in via eccezionale, il Castello Reale di Govone che ospita la mostra “Natale a Casa Savoia 2023”. Nel periodo Natalizio, la corte del Castello si trasforma in un luogo incantato, con la Casa di Babbo Natale (elfi compresi) e una mostra che ripercorre la storia delle celebrazioni natalizie nel paese attraverso i secoli. Ad Asti ben 130 stand di artigiani e produttori enogastronomici provenienti dal Piemonte e non. Un consiglio: tra un acquisto e l’altro, andate a vedere il presepe vivente realizzato da un centinaio di volontari del luogo.

A Bruxelles mercatini, piste di ghiaccio e installazioni artistiche
Bruxelles ospita uno dei mercatini più gettonati d’Europa, con più di 250 chalet in legno che offrono infiniti spunti per doni speciali e originali, dall’artigianato agli addobbi natalizi, dai giocattoli agli articoli per la casa. Place de Brouckère ospiterà un vero e proprio stadio del ghiaccio con pattinaggio e 3 piste di curling, affiancato da numerosi chalet per rifocillarsi tra praline, birra e vin brulè. Si potrà anche ballare sul ghiaccio, ogni sabato con la disco “on-ice” e ogni giovedì con il dj set dalle 18 alle 22. Tra le novità, il tributo ai 150 anni di Magritte, con una serie di installazioni artistiche dedicate al genio surrealista, oltre alla possibilità di visitare il Museo Magritte, recentemente ristrutturato e arricchito con 29 nuove opere, e un focus sulla cultura delle popolazioni indigene del Quebec.

Tutta la Valtellina si veste a festa e aspetta il Natale

Il magico clima natalizio fa tappa nei graziosi borghi della Valtellina. Caldarroste, cioccolata calda, frittelle di mele, non mancano nel Natale di Livigno. A quota 1.800 metri, tante le casette in legno dove trovare idee regalo, addobbi e decorazioni natalizie e prodotti enogastronomici. Molto apprezzate di questo mercatino, sono le essenze e le erbe, insieme a statue del presepe. Per gli amanti del relax in sauna c’è Aquagranda: 80 posti per vivere vere e proprie cerimonie di sauna in compagnia degli aufgussmeister (personale addetto all’area delle saune). I mercatini di Bormio sono un autentico elogio all’abilità e alla manualità degli artigiani bormini che, durante l’Avvento, espongono nelle bancarelle il frutto della loro creatività. Oltre ai manufatti, anche numerose prelibatezze valtellinesi di prodotti gastronomici tipici della zona. Inoltre, in occasione dei Winter World Master Games, il più importante evento al mondo di sport invernali riservato agli atleti over 30, i mercatini di Natale si apriranno dall’11 al 20 gennaio 2024.

Luci, suoni e colori natalizi nella splendida Zurigo
La città si anima di splendide installazioni luminose che colorano di una luce magica i pittoreschi vicoli del centro storico, le piazze più frequentate e gli angoli più remoti della città, rendendo Zurigo stessa una grande opera d’arte luminosa. Pacchia per gli amanti dei mercatini di Natale che in questa città ne trovano ben sei, compreso il più recente nel nuovo quartiere di Europaalle. Le bancarelle in città sono famose per l’elevata qualità, l’unicità di ciascuna e la diversità dei prodotti esposti. Tra gli appuntamenti: il tour di Babbo Natale che trasporta per le strade di Zurigo bambini gioiosi a bordo del suo grazioso “Märlitram” rosso mentre giovani cantanti riempiono di note armoniche le vie del centro con i canti natalizi. Piste da pattinaggio su ghiaccio, corse in slittino, cioccolata calda, biscotti artigianali e molto altro ancora addolciscono ancor di più il periodo più magico dell’anno.

A Barcellona il mercatino di Natale più autentico di Santa Lucia
Nel nostro immaginario Barcellona sa di estate, con il suo lungomare e le sue spiagge. Ma nel periodo natalizio la città si trasforma e si veste a festa con luci e tradizioni, e i quartieri interpretano in maniera originale la festività ed è per questo che vale la pena camminare per le sue strade lasciandosi guidare dai suoni, dai colori e dai profumi della festa. Nei tradizionali mercatini, in tutta la città, si trovano decorazioni natalizie, prodotti d’artigianato, giocattoli e prelibatezze da gustare, ma è la Fira de Santa Llúcia il mercatino per eccellenza di Barcellona che fa la differenza: situato di fronte alla Cattedrale è il più famoso e antico della città e fino all’antivigilia di Natale, è perfetto per acquistare regali, prelibatezze culinarie tipiche. Non meno suggestiva, la Fira de Nadal de la Sagrada Familia, una delle attrazioni più celebri in Plaça de la Sagrada Familia, davanti alla facciata “de la Passió”. E poi c’è lo spettacolo di luci più suggestivo di Barcellona, Els llums de Sant Pau, un vero e proprio trionfo di luci, gioia e colori.

Stoccarda, il fascino della tradizione
I graziosi mercatini di Stoccarda, che si snodano nelle vie del centro – dal Palazzo Nuovo alla Schillerplatz, e dal Palazzo Vecchio alla Marktplatz – sono fra i più grandi e antichi d’Europa. Curiosando tra le circa 300 bancarelle riccamente addobbate si trova di tutto, dall’artigianato locale alle decorazioni natalizie, dai maglioni ai cappelli in lana e feltro, alle candele profumate ai saponi fatti in casa. Fra le tante leccornie il pane candito della tradizione sveva Hutzelbrot e i biscotti Springerle, ma non mancano i deliziosi pan di zenzero Lebkuchen, il punch e il vin brûlé. Uno spettacolo suggestivo lo offre il municipio della città tedesca, che nelle ultime settimane dell’anno si trasforma in un gigantesco calendario dell’Avvento. Ogni giorno si apre una “porticina” dell’edificio, nella quale compaiono gli stemmi dei diversi quartieri della città.

A Malta nella grotta di Babbo Natale
Valletta Waterfront, la bella capitale maltese si trasforma in un paese delle meraviglie natalizie ogni inverno. Il Villaggio di Natale apre intorno a Pjazza Tritoni ai primi di dicembre, offrendo attività per bambini, come spettacoli di marionette, sculture di palloncini, musica e gonfiabili. Spicca in bella vista la Ruota di Rudolf, una ruota panoramica da cui si può ammirare la vista su tutta Valletta e sul mare. Si trova inoltre una pista di pattinaggio sul ghiaccio, la grotta dove incontrare Babbo Natale, una giostra tradizionale (carousel), laboratori e attività per i bambini, bancarelle natalizie e street food.

L’Avvento nell’Istria croata, tra città antiche e bancarelle colme di golosità
Tante le proposte per le prossime feste in Istria: per chi vuole assaporare l’atmosfera natalizia ma al tempo stesso evitare le mete più inflazionate, la penisola croata, a pochi chilometri dal confine italiano, offre un ricco calendario di eventi, manifestazioni e incontri golosi. Tra gli appuntamenti da non perdere, spicca “L’Avvento a Parenzo” (Poreč, in croato) che prenderà il via l’11 dicembre con l’accensione delle luci in piazza Matija Gubec. Tra le cittadine dell’entroterra addobbate per le feste, menzione speciale per Motovun (Montona), scenografico borgo medievale appollaiato in cima a un’altura: qui, dal 16 al 30 dicembre, l’Avvento si trasformerà in un momento magico che includerà sia eventi culturali che degustazioni di prodotti locali. Tornando in riva al mare, le bancarelle natalizie invadono anche Rovinj (Rovigno) con prodotti realizzati artigianalmente e performance nelle vie della suggestiva cittadina. Babbo Natale è a disposizione dei bambini anche a Pula (Pola) dove, fino al 7 gennaio, sono in programma concerti, laboratori di giocoleria e di costruzione di pupazzi. La graziosa Umag (Umago), sempre sul mare, sarà invasa dalle classiche casette di legno, mentre Novigrad (Cittanova), dal 15 al 17 dicembre, si trasformerà in un palcoscenico di eventi, con il mercatino di Natale con prodotti artigianali del territorio. Sulla costa orientale della penisola, il Natale si accenderà a Labin (Albona) con tanti eventi dal vivo in programma dal 15 al 17 dicembre.

Budapest conquista con la magica atmosfera del Natale
Budapest è la scelta perfetta per gli amanti dell’inverno e del Natale. Qui si può vivere un’esperienza unica nel cuore d’Europa. Dagli iconici mercatini natalizi in tutta la città, ai maggiori luoghi di interesse vestiti a festa, la Capitale ungherese è pronta svelare ai viaggiatori tutto il suo fascino invernale. Non solo luci e addobbi incantevoli, le strade della capitale pullulano di mercatini e festival natalizi, piste di pattinaggio sul ghiaccio, casette di legno dove fanno bella mostra prodotti artigianali, e ovunque profumi irresistibili di cibi (come i famosi Kürtőskalács, dolci ungheresi legati alle festività invernali) e bevande. Fino al 1° gennaio, il Festival dell’Avvento e il mercatino di Natale sono i protagonisti nella piazza della Basilica di Santo Stefano, un evento imperdibile. Tante le offerte viaggio di Boscolo Tours con diverse partenze fino fine anno.

In treno nel cuore dell’Alto Adige tra dolci e vin brulè
A Renon il Trenatale è un mercatino speciale, intimo, di straordinaria bellezza, che prevede 3 tappe. A Soprabolzano, nei pressi della stazione del famoso Trenino del Renon, gli stand di legno che riprendono la forma dei vagoni storici del trenino con i loro banchi pieni di prelibatezze gastronomiche locali (dolci, tra cui il tradizionale zelten, miele, vin brulé, confetture e manufatti di artigianato locale) prodotti originali che sottolineano ancora una volta l’importanza della sostenibilità e della tradizione, del “fatto a mano”. Da Soprabolzano sarà poi possibile raggiungere Collalbo a bordo del trenino, tra montagne imbiancate e boschi innevati, per gironzolare ancora un po’ tra i banchi a forma di alberi di Natale, approfittare del ricco programma di concerti e, per i bimbi, di giri in carrozza. Ultima tappa allo storico maso Plattner, il museo dell’apicoltura di Costalovara, che apre le porte nel periodo dell’Avvento e del Natale per offrire ai tanti ospiti un’esperienza originale, gratuita, alla scoperta del mondo delle api e dei segreti del lavoro degli artigiani con tanto di degustazione di punch al miele.

Il fascino di Vienna sotto le feste natalizie
Il mercatino di Natale “Wiener Chriskindlemarkt und Weihnachtstraum”, è uno dei più famosi della città. Quanto a varietà di mercatini natalizi sparsi per tutta Vienna, la città detiene indubbiamente lo scettro. Le bancarelle qui, sono una tradizione secolare: i precursori risalgono addirittura al Medioevo. Un’alternativa meno frequentata è il Villaggio di Natale del Castello del Belvedere, una destinazione più local meno turistica, da non lasciarsi sfuggire. Qui, sullo sfondo delle sontuose architetture barocche, si possono trovare gioielli di fattura artigianale, legni profumati, ceramiche, cappelli tirolesi, decorazioni natalizie, corni potori (quelli usati per bere). Se l’idea è quella di fermarsi per un weekend nella magnifica città austriaca, il posto giusto per pernottare è The Amauris, il nuovo luxury boutique hotel, nell’iconico quartiere dell’Opera e Ringstrasse, l’unico Relais & Châteaux della città, con una Spa, nell’antico chiostro dell’edificio.

Mercatini di Natale 2023, ecco quali sono quelli più insoliti: 13 destinazioni imperdibili
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.