“Voglio solo dire una cosa. L’inizio del mio discorso è stato modificato, tagliato, non lo sapevo. E voglio leggerlo”. Robert De Niro, l’attore premio Oscar, stava presentando un’onorificenza per il film Killers of the Flower Moon, di cui è protagonista, ha quindi preso il suo telefono e ha iniziato a leggere da quello che sembrava essere il copione originale, non modificato. L’80enne interprete ha accusato gli organizzatori del Gotham Independent Film Awards di aver modificato il suo discorso senza autorizzazione, eliminando le parti in cui criticava l’ex presidente Donald Trump e altri esponenti della politica. De Niro stava presentando il premio Historical Icon and Creator Tribute ai Gotham Independent Film Awards di ieri, quando, a metà discorso, ha fatto una pausa sembrando confuso mentre leggeva dal gobbo. Quindi la polemica.

“La storia non è più storia”, ha detto De Niro. “La verità non è la verità. Persino i fatti vengono sostituiti da fatti alternativi e guidati da teorie di cospirazione e bruttezza”. L’attore ha citato le modifiche apportate al programma di studi sulla storia dei neri in Florida, che prevede che agli studenti venga insegnato che le persone ridotte in schiavitù “hanno sviluppato abilità” che “potevano essere applicate per il loro beneficio personale”, e ha aggiunto che “l’industria dello spettacolo non è immune da questa malattia incancrenita“.

“La menzogna è diventata solo un altro strumento nell’arsenale del ciarlatano”, ha denunciato De Niro. “L’ex presidente ci ha mentito più di 30.000 volte durante i suoi quattro anni di mandato e sta mantenendo il ritmo nella sua attuale campagna”, ha aggiunto. “Ma con tutte le sue bugie, non può nascondere la sua anima. Attacca i deboli, distrugge i doni della natura e mostra mancanza di rispetto, per esempio, usando Pocahontas come un insulto“, ha detto De Niro, riferendosi all’uso regolare che Trump fa della figura figlia del capo indiano per offendere la senatrice Elizabeth Warren, che ha alcuni antenati nativi americani nel suo albero genealogico.

“È qui che sono arrivato e ho visto che hanno modificato tutto questo”, ha detto De Niro alla folla mentre alcuni applaudivano e applaudivano. De Niro, che ha recitato in Killers of the Flower Moon insieme a Leonardo DiCaprio e Lily Gladstone, ha detto ai presenti che avrebbe dovuto onorare la Apple, la casa produttrice del film, ma non se l’è sentita di “ringraziarli” dopo che una parte del suo discorso è stata presumibilmente tagliata. “Quindi dirò queste cose, ma ad Apple e ringraziarli e tutto il resto, Gotham, bla bla bla, Apple, ma chi? Non mi sento di ringraziarli affatto, per quello che hanno fatto. Come si sono permessi di farlo?”, ha protestato.

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Chi sono gli ostaggi liberati da Hamas: nove bambini, due madri, due donne anziane e un cittadino russo israeliano

next
Articolo Successivo

Il regno animale. il film di Thomas Cailley e Adele Exarcopoulos che vi farà sobbalzare

next