Paura per Dodi Battaglia, lo storico chitarrista dei Pooh è stato costretto ad interrompere il suo concerto a Bologna per un malore improvviso. L’artista aveva dato appuntamento ai suoi fan in Piazza Maggiore nella sua Bologna per la tappa conclusiva del tour “Inno alla Musica”. “Staremo insieme dalle 17 un paio d’ore – aveva dichiarato Battaglia – ore durante le quali potremo chiacchierare, ma anche cantare insieme i brani che più amiamo. Non mancherà un primo ‘assaggio’ del mio nuovo spettacolo teatrale intitolato ‘Nelle mie corde’, che debutterà il 9 novembre al Teatro Lirico di Milano. Sarà presente Eleonora Lombardo, l’attrice che mi affiancherà in questa nuova avventura”.

Ma la festa è stata interrotta improvvisamente. Dodi si è dovuto fermare, concludendo subito il suo concerto. Radio Bruno, nella sua pagina Facebook ufficiale, ha spiegato il motivo: “Purtroppo non è ancora riuscito a recuperare i problemi dovuti ad un’infezione intestinale che, come ha detto al pubblico, lo ha colpito in estate. Ha voluto comunque provarci per festeggiare il Patrono e portare la sua musica nella sua città. Sta bene, ma i medici hanno consigliato di interrompere il concerto che stava emozionando il pubblico di piazza Maggiore”. Insomma nulla di grave per il chitarrista che – per ora – ha confermato l’altro impegno previsto con i fan, il 23 ottobre per il “DB Fan Club Day” al Forte Nugent a Pastrengo (Verona).

Dodi Battaglia stesso in un lungo post su Facebook questa mattina spiega l’accaduto: “Il malore che mi ha colpito ieri sera era dovuto solo in parte allo stress lavorativo del quale sono abituato ormai da cinquant’anni. Suonare e cantare su un palco non causano guai del genere. Purtroppo ultimamente, oltre lo stress, si è aggiunto un dolore, un dolore profondo, a causa del quale non ho dormito per notti e tutt’ora sono incredulo. Il disagio profondo era ed è dovuto a quello che ho visto scritto su un quotidiano, dopo il 25 settembre, dopo la serata dedicata al fratello Stefano. Parole che mi hanno ferito. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno voluto mandarmi dei messaggi di amicizia e di conforto”.

Articolo Precedente

Niccolò Fabi, 25 anni di carriera e uno show all’Arena di Verona: “Dopo il grande successo mi sono perso, ho avuto alti e bassi. Oggi sono in pace con me stesso”

next
Articolo Successivo

Marco Mengoni: “Con un test del Dna ho scoperto che sono per il 35% italiano. Da qui, lo spunto per i nuovi brani…” – Via al tour, scaletta e gli stadi nel 2023

next