Sono Marco Mengoni ed Elodie i super ospiti della Notte della Taranta in programma il 27 agosto a Melpignano, nel Salento. 63 dischi di platino lui, settimo singolo consecutivo al #1 posto in radio lei, gli artisti italiani completano il super cast del Concertone giunto alla sua venticinquesima edizione e diretto dal maestro Dardust.

Marco Mengoni, reduce dai concerti negli stadi a San Siro e all’Olimpico e in procinto di ripartire in tour dal 3 ottobre nei palazzetti, interpreterà un brano in grico tra i più amati dal titolo Klama scritta da Franco Corlianò e dedicato al tema dell’emigrazione, al sentimento di chi vede partire amici e familiari verso una terra lontana. Mengoni canterà nella lingua minoritaria della Grecìa Salentina ad evidenziare la bellezza dei versi molto conosciuti sull’altra sponda greca del mar Mediterraneo.

Sarà invece la Pizzica di San Vito a regalare al pubblico dei duecentomila la performance esplosiva di Elodie nelle vesti non solo di cantante ma anche di danzatrice insieme al Corpo di Ballo della Taranta diretto da Irma di Paola. La popstar, che sbarcherà alla Mostra del cinema di Venezia protagonista del gangster movie del regista pugliese Pippo Mezzapesa Ti mangio il cuore, torna nel Salento, terra alla quale è molto legata, per conquistare il pubblico della Taranta.

Mengoni ed Elodie saranno sul palco di Melpignano con l’ospite internazionale Stromae, il cantautore italiano Samuele Bersani e il rapper Massimo Pericolo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Lady Diana temeva di morire in un incidente d’auto”, l’inquietante previsione della ‘Principessa triste’

next
Articolo Successivo

Linda Evangelista sulla copertina di Vogue dopo la criolipolisi che l’aveva sfigurata: “Sto cercando di amarmi per quella che sono”

next