Indiana Jones, pardon Harrison Ford, passeggia tranquillo in quella che sembra essere una grotta, su un ponte piuttosto malmesso con una pila accesa per farsi strada e uno spiraglio di luce che dall’alto ne illumina una prudente sicurezza. La prima immagine del quinto capitolo del franchise di Indiana Jones è arrivato. Nessun commento, nessuna spiegazione. È stata la Walt Disney Studios Motion Pictures a regalarci il prezioso frammento proprio per celebrare chi da questa saga ha ricevuto, tra i tanti altri, onori inattesi (o viceversa?). Parliamo infatti del compositore John Williams, cinque volte premio Oscar (e una quantità di nomination che nemmeno si riescono più a trascrivere) festeggiato per i suoi 90 anni durante la Star Wars Celebration ad Anaheim in California, da Harrison Ford, da James Mangold (regista del quinto capitolo di Indiana Jones), a dai produttori Kathleen Kennedy e Frank Marshall.

Williams sta componendo la colonna sonora del film, come per i precedenti quattro, inventando nuove variazioni sul tema centrale del primo capitolo, la The Raider’s March con trombe squillanti alla carica, de I predatori dell’arca perduta. La pre produzione del quinto capitolo dell’archeologo più celebre del cinema è stata piuttosto frammentaria e prolungata. Dopo la cessione della LucasFilm alla Disney lo script è stato assegnato, e rimaneggiato, più volte (David Koepp, Jonathan Kasdan) fino ad arrivare al trittico Jez e John Henry Butterworth (Ford vs. Ferrari, Spectre) e, appunto, Mangold. Al centro dell’obiettivo e della storia, come aveva graniticamente profetizzato il produttore Marshall nel 2019, c’è Harrison Ford. “Non faremo come nella saga di James Bond”, disse il produttore anche della saga di Bourne. Insomma, Indy è Ford fino alla morte e sarà quindi in scena nel quinto capitolo assieme a Phoebe Waller-Bridge (The iron lady e la serie tv Fleabag), Mads Mikkelsen, Toby Jones e Antonio Banderas. Ancora nessun indizio sulla trama, ma sappiamo che dopo aver girato tra giugno 2021 e febbraio 2022 tra Marocco, Scozia e Italia il film uscirà il 30 giugno 2023.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Morto Bo Hopkins, addio all’attore star di “American Graffiti” e “Il mucchio selvaggio”

next
Articolo Successivo

Perché Tom Cruise non gira mai scene di sesso nei suoi film?

next