“La ragione per cui vale la pena parlare delle stragi è per insistere sul fatto che quelle sono stragi di mafia e di politica, non solo di mafia come qualcuno cerca di far appiattire”. Lo ha detto il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio a margine della presentazione al salone del libro di Torino della nuova edizione di “Mani Pulite, la vera storia” (ed Paperfisrt e Chiarelettere) scritto insieme a Peter Gomez e Gianni Barbacetto. “Noi sappiamo che ci sono uomini dello Stato che suggeriscono, affiancano favoreggiano pilotano i indirizzano i boss mafiosi in una strategia che ha avuto molte mani e molti autori ed è ancora in cerca di quegli autori”.

ASCOLTA MATTANZA, il podcast sulle stragi del 92 come nessuno ve le ha mai raccontate

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giovanni Falcone, tutto quello che non torna sulla strage di Capaci 30 anni dopo. L’esplosivo, i buchi neri e i mandanti esterni (mai trovati)

next
Articolo Successivo

30 anni da Capaci, Gomez: “Molti politici che si assiepano attorno al feretro di Falcone e Borsellino non sono stati capaci di dire No alla mafia”

next