La salma della giornalista Shireen Abu Aqleh, uccisa a Jenin, in Cisgiordania durante uno scontro tra soldati israeliani e palestinesi nel campo profughi della città, nel pomeriggio è arrivata nella redazione di Al Jazeera nella sede di Ramallah, in Cisgiordania, accompagnata da diversi manifestanti. Secondo le tv sono state proprio le forze israeliane a ucciderla “a sangue freddo” nonostante indossasse un giubbotto con la scritta “press”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marcelo Pecci, il pm antimafia del Paraguay ucciso in luna di miele su una spiaggia della Colombia: i killer arrivati su una moto d’acqua

next
Articolo Successivo

Lufthansa si scusa con la comunità ebraica: aveva impedito a un gruppo di ortodossi di salire su un volo

next