“Perché viene sempre evocato Hitler quando si parla di Putin? Quando si vuole demonizzare l’avversario è naturale che si usi l’immagine del demonio, cioè del male assoluto. È fisiologico quando la polemica giunge a questi livelli. Questo non solo è molto superficiale, ma è perfettamente idiota, perché è evidente che le tragedie che stiamo vivendo non hanno dal punto di vista ideologico, strategico e politico nulla a che fare con quello che hanno rappresentato il nazionalsocialismo e la figura di Hitler. Quindi, si tratta di una perfetta idiozia che vale solo come volgare propaganda“. Sono le parole pronunciate a “Non è l’arena” (La7) dal filosofo Massimo Cacciari, che aggiunge: “Ma questo non succede solo ora con questa guerra. È accaduto per qualsiasi conflitto che c’è stato dalla seconda guerra mondiale in poi”.

Cacciari si pronuncia anche sull’ipotizzata cancellazione della trasmissione di Bianca Berlinguer, “Cartabianca”, dal palinsesto di Rai Tre e sulle accuse sparse di filoputinismo lanciate da opinionisti e da giornalisti: “Le liste di proscrizione come quella di Rondolino? Non confondiamo le farse con le grandi tragedie. Le liste di proscrizione o le battutine di certi giornalisti che accusano anche me di essere filoputiniano, quando ho scritto un articolo intitolato “Detesto Putin”, sono solo farsa. Lasciamole stare, non contano assolutamente nulla. Nel caso della trasmissione di Bianca Berlinguer, se la Rai decide di chiuderla, è di una gravità assoluta. Ma non credo che succederà“.

Il filosofo, infine, rincara sulla lista di proscrizione dei pacifisti, stilata sui social dal renziano Fabrizio Rondolino che poi si è cancellato da twitter dopo un commento di Cecilia Strada: “In effetti in quella lista dovrebbero esserci anche Carlo De Benedetti e il Papa. Ho visto “Fratelli di Crozza”, dove il Papa si arrabbia perché non è menzionato nell’elenco e chiede: ‘Perché non vengo citato in queste liste di proscrizione di personaggi inauditi come Rondolino‘? E il Padre Eterno gli risponde: ‘Perché questi personaggi che attaccano e che fanno le liste di proscrizione sono dei vili e attaccano solo le persone che credono deboli o indifese. Ma non attaccheranno mai te che sei il Papa, perché non sono scemi. Sono semplicemente dei vigliacchi“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La7, Ricciardi (M5s) a Friedman:”Non ha avuto la decenza di scusarsi con Conte”. “Mia gag è piaciuta all’87% del Paese che non vi supporta”

next
Articolo Successivo

Ucraina, Ghisleri a La7: “Un italiano su 4 vede troppo stretto legame Draghi-Biden. C’è poca fiducia in Ue e solo il 14% ritiene utili sanzioni”

next