Gli italiani hanno poca fiducia nell’Europa come soggetto capace di avviare iniziative che mettano fine alla guerra tra Russia e Ucraina. Lo afferma nella trasmissione “L’Aria che tira” (La7) la direttrice di di, Alessandra Ghisleri, che spiega: “L’Europa dai cittadini italiani è vista molto disunita. Un’altra considerazione importante che fa un italiano su 4 è che ci sia un legame troppo stretto tra il governo Draghi e Joe Biden. Attenzione: non gli Usa, ma proprio Biden. Non è un sentire lontani gli Usa, ma un sentire diverso Biden, che con le sue parole spinge troppo sul fuoco. Questo è un tema su cui riflettere perché l’Europa si trova in mezzo a questo conflitto tra Oriente e Occidente e gli italiani si sentono alla lunga schiacciati tra il dovere di una guerra, che loro avvertono oggi come economica, e la paura, sentita dal 71,2% della popolazione, che questo conflitto travalichi i confini attuali e arrivi sul nostro territorio”.

La politologa chiosa riportando altri dati importanti: “Solo il 14% degli italiani ritiene utili e idonee le sanzioni economiche, perché sono considerate da una parte importante della popolazione come delle micce che possano ispirare una ulteriore violenza anziché un disarmo e un dialogo di pace. Ricordo anche che, stando ai nostri sondaggi della settimana scorsa, il 41% è favorevole all’invio di armi in Ucraina mentre il 46% è contrario“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cacciari a La7: “Putin come Hitler? Perfetta idiozia, vale solo come volgare propaganda. Cartabianca? Chiuderla è di gravità assoluta”

next
Articolo Successivo

Guerra Russia-Ucraina, Gomez a La7: “Le trattative saranno difficili e molto dipenderà sicuramente dall’Europa”

next