Uno schiaffo, che sembrava un pugno, in diretta mondiale. Will Smith rifila un cazzotto in faccia a Chris Rock e la Notte degli Oscar si ammutolisce. È accaduto tutto in pochi istanti. Il sulfureo e sboccato stand-up è salito sul palco del Dolby Theatre per consegnare l’Oscar al Miglior film Documentario e come suo uso ci ha tenuto a fare un paio di battute. La prima, parecchio a segno, è stata quella di rilevare che nessuno indossava più mascherine (“finalmente si respira”) poi ne ha fatta una rivolgendosi al duo Bardem-Cruz, infine si è girato verso Jada Pinkett-Smith dicendo che non vedeva l’ora di vederla interprete di un GI Jane 2.

Il riferimento “comico” di Rock era alla testa calva della Pinkett-Smith e alla prima testa rasata di Demi Moore nel film GI Jane nel 1997. Purtroppo però la moglie di Will Smith ha confessato di recente che soffre di alopecia e che quindi il “look” della serata non era del tutto volontario. Noi la facciamo lunga spiegando in diverse righe l’accaduto, ma in diretta è successo tutto in pochi secondi. Tanto che un attimo dopo che Rock ha pronunciato la battuta ecco Will Smith scattare in piedi avvicinandosi lento ma deciso verso di lui. Senza dire nulla e tra qualche gridolino sorpreso del pubblico ha sferrato un destro sul mento al presentatore. In quell’istante è calato il gelo su Dolby Theatre e su Hollywood tutta.

Ulteriore terrificante momento di imbarazzo e vergogna è che nel silenzio generale, ma un silenzio tombale, Smith si è rimesso a sedere al suo posto in prima fila come nulla fosse poi ha urlato un bestemmione da gangster movie: “Togli il nome di mia moglie dalla tua fottuta bocca”. Gelo ulteriore. Rock ha continuato senza sottolineare alcunché. Poi dietro le quinte, secondo Variety è stato Denzel Washington ad avvicinare Smith per parlargli in privato. Pochi istanti dopo Smith vince l’Oscar come miglior attore per il film King Richard. Piange, si dispera, per tutto quello che subiscono gli afroamericani e che ha subito la famiglia delle sorelle Williams, di cui il film King Richard parla. Ma nulla, l’accenno al fatto appena accaduto non arriva. Allude ad una “protezione della famiglia”, a generiche “scuse all’Academy”, infine ha citato Denzel Washington: “Mi ha detto che nel momento più alto della vita il diavolo viene a tirarti la manica”. Nel frattempo i social sono esplosi per una figura pubblica sconcertante da far west che rimarrà in negativo nella storia della Notte degli Oscar.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oscar 2022, Paolo Sorrentino non ce l’ha fatta. La statuetta va al giapponese Drive my car

next
Articolo Successivo

Oscar 2022, tutti i vincitori: trionfano Coda e Dune. Migliori attori Will Smith e Jessica Chastain. La statuetta per la regia a Jane Campion

next