Si chiama Xingtu ed è un autocarro ad alta tecnologia prodotto in Cina. La caratteristica principale? non avrà bisogno dell’intervento del conducente. Presentato da DeepWay, azienda che produce mezzi pesanti controllata da Baidu, società cinese di hi-tech, il camion è infatti dotato della tecnologia necessaria per la guida autonoma di livello 4. Telecamere, rilevatore infrarossi e radar sono integrati in questo veicolo che dispone di un raggio di rilevamento di oltre 1 chilometro.

Disegnato da Pininfarina Shanghai, lo Xingtu è sviluppato interamente in Cina. Yunpeng Wang, vicepresidente e direttore generale della divisione tecnologia per la guida autonoma di Baidu ha dichiarato: “Per raggiungere il successo commerciale la guida autonoma deve utilizzare una tecnologia avanzata che crei nuovi prodotti in grado di offrire la migliore esperienza possibile. Miriamo a creare valore in scenari di vita reale come il trasporto di persone, le consegne e i servizi per la vita. Questa nuova generazione di veicoli non è affatto solo un camion modificato, è un camion robot”.

La prima generazione di DeepWay Xingtu è munita dell’HIS, un sistema di intelligence che comprende: 11 telecamere di bordo, un rilevatore a infrarossi, un radar a onde millimetriche e un sensore LIDAR, che determina la distanza di un oggetto usando un impulso laser. Con questi dispositivi Xingtu rileva la strada ed esegue le manovre in cento millisecondi. Per quanto riguarda l’autonomia, l’azienda dichiara fino a 300 km con un carico completo, inoltre la batteria può essere ricaricata in un’ora e sostituita in soli sei minuti.

Pininfarina ha studiato delle linee eleganti per il design dell’Xingtu, ponendo un’attenzione particolare all’aerodinamica, il risultato è un camion dalle forme futuristiche. Lo spazio interno è diviso in più sezioni separate ed è dotato di un assistente vocale, un sistema touchscreen per l’infotainment, sedili e letti comodi per il conducente.

Lo Xingtu ha completato i 20 milioni di chilometri di test e si va ad aggiungere alla gamma di vetture autonome prodotte da Baidu tra cui auto, robotaxi Apollo Go e minibus. I test sulla guida sono stati ultimati a dicembre 2021 e presto il veicolo entrerà nella fase di validazione. L’azienda continuerà a focalizzarsi su ricerca, sviluppo e produzione di autocarri intelligenti e promuoverà la commercializzazione della guida autonoma di quarto livello.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maserati, elettroni da competizione. Dal 2023 correrà in Formula E

next
Articolo Successivo

Renault, De Meo: “Sarà un marchio solo elettrico in Europa entro il 2030”

next