’Metadone di Stato’, ‘incentivo al divano’. Questi i commenti del centrodestra e di Matteo Renzi sul reddito di cittadinanza da molti mesi a questa parte. Una narrazione spazzata via dai dati durante la presentazione del Rapporto Anpal, l’Agenzia nazionale politiche attive per il lavoro, sui beneficiari del reddito di cittadinanza. È Raffaele Tangorra, commissario straordinario Anpal, ad affermare che “il reddito di cittadinanza non è un disincentivo per essere occupati”. Sono i dati aprile 2019 – settembre 2021 a raccontare che “sono stati attivati sono stati 1 milione e mezzo di rapporti di lavoro”. Secondo il commissario le “persone che hanno la licenza elementare o la licenza media si sono dimostrate molto più dinamiche rispetto alla narrazione sui percettori del Reddito e hanno accettato anche lavori a tempo determinato anche molto brevi”. Infatti dal rapporto emerge che un terzo dei lavori offerti ha una durata massima di un mese e un altro terzo è tra il mese e i tre mesi. Si tratta di impieghi nell’ambito dell’agricoltura, delle costruzioni, della logistica e della ristorazione. “Il 14% ha trovato un lavoro a tempo indeterminato, statistiche in linea con il resto del mercato del lavoro”. Il Rapporto Anpal, peraltro, tiene conto delle sole persone indirizzate ai centri per l’impiego e quindi “sottostima gli occupati grazie al reddito di cittadinanza”. I navigator? “Hanno aiutato le persone che si rivolgono ai servizi” afferma Tangorra

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Inter, la campagna della Cgil per i magazzinieri licenziati: “I traguardi della squadra raggiunti anche grazie a loro”

next
Articolo Successivo

Landini dopo l’incontro con il Draghi e i ministri: “Consegnata proposta unitaria sulle pensioni. Ora cambiare metodo di confronto”

next