Dopo aver annunciato il suo piano di elettrificazione, Toyota svela un poker di novità in arrivo nelle concessionarie nel corso del 2022. Si parte con la bZ4X, primo veicolo elettrico alimentato a batteria del costruttore nipponico. Vanta un nuovo sistema di trazione integrale con motori elettrici separati per ogni asse (ma c’è anche un’edizione a trazione anteriore) e utilizza una inedita piattaforma dedicata ai veicoli elettrici: incorpora la batteria come parte integrante del telaio, sotto il pianale del veicolo. Una scelta tecnica che comporta un baricentro basso, una migliore ripartizione dei pesi anteriore/posteriore e un’elevata rigidità del telaio.

All’interno, oltre a quello dell’infotelematica con touch screen da 12”, figura un display da 7” dedicato alla strumentazione. Il vano di carico ha una capacità fino a 452 litri con i sedili posteriori in posizione. La bZ4X a trazione anteriore è alimentata da un motore elettrico da 204 Cv e 265 Nm di coppia, che permette al veicolo un’accelerazione 0-100 km/h da 8,4 secondi e una velocità massima di 160 km/h. Il modello a trazione integrale, invece, eroga una potenza massima di 217,5 cavalli con 336 Nm di coppia motrice; in questo caso lo sprint zero-cento si riduce a 7,7 secondi. Il tutto è alimentato da una batteria da 71,4 kWh, che permette un’autonomia omologata Wltp superiore a 450 km: una carica dell’80% può essere raggiunta in circa 30 minuti con un sistema di ricarica rapida da 150 kW (CCS2).

Sul fronte ibrido ci sono l’inedita Corolla Cross e la Yaris GR Sport: la prima è un suv di medie dimensioni fatto sulla piattaforma GA-C. Lunga 4,46 metri, e con un passo di 2,64, si colloca tra la C-HR e il Rav4. Il powertrain ibrido a due ruote motrice – risultante dalla sinergia di un 2 litri a benzina e di un motore elettrico – genera 197 CV, consentendo un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi. La variante AWD-i è dotata di un motore elettrico aggiuntivo sull’asse posteriore da 30,6 kW: entra in funzione automaticamente in condizioni di scarsa aderenza. All’interno spiccano il cockpit digitale da 12,3” e lo schermo touch centrale da 10,5”.

La Yaris GR Sport, invece, ha la medesima motorizzazione Full Hybrid da 116 cavalli del modello standard, rispetto a cui differisce per le sospensioni ottimizzate, per una maggiore rigidità del telaio e per i cerchi di lega da 18”, griglia “G-motif” e nuovo design del diffusore posteriore. Nell’abitacolo figurano cuciture rosse sul volante e sul cambio, loghi GR Sport e dettagli in tinta grigio canna di fucile, con rivestimento dei sedili in Ultrasuede. Svelato anche il prototipo di Yaris GR alimentata a idrogeno (nella foto d’apertura).

Assai più emozionale la GR86, che rappresenta un’evoluzione della celebre GT86: trattasi di un coupé a motore anteriore e trazione posteriore, spinto da un nuovo “boxer” da 2,4 litri che eroga 234 Cv e 250 Nm di coppia massima; numeri che le consentono di scattare da 0 a 100 all’ora in 6,3 secondi e toccare una punta massima di 226 orari. La trasmissione sfrutta un cambio manuale a 6 marce, ma ce n’è anche una automatica opzionale. La rigidità torsionale del telaio è stata aumentata del 50% rispetto al modello uscente, a tutto vantaggio della dinamica di guida.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Suzuki S-Cross Hybrid, ecco la seconda generazione della giapponese – FOTO

next
Articolo Successivo

Kia Niro, in rampa di lancio la seconda generazione. Prevista in Italia per l’estate

next