La direttiva dell’Unione europea per l’introduzione del salario minimo dà “una risposta forte a due fenomeni che caratterizzano il mercato del lavoro: il dumping salariale e la presenza di molti lavoratori poveri, che purtroppo segnano il mercato del lavoro italiano. Il via libera all’avvio dei negoziati è una buona notizia per l’Europa ma anche per l’Italia”. Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, al termine della riunione con i suoi omologhi europei a Bruxelles. “Nei prossimi giorni la Commissione europea disporrà un pacchetto di interventi” dedicati alla tutela dei rider, i lavoratori delle piattaforme digitali come Uber e Deliveroo, “non possiamo che essere soddisfatti di questa risposta tempestiva” e “integreremo con strumenti nazionali anche il percorso che si va definendo a livello europeo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ue, occuparsi di vocabolario lasciando tutti nelle mani del profitto è pericoloso

next
Articolo Successivo

Lituania-Cina, la Commissione europea presenta un nuovo strumento “anti-ricatto” dopo il blocco commerciale di Pechino

next