Nino D’Angelo e la lotta contro la depressione. Il celebre cantautore napoletano è stato ospite della puntata odierna di Domenica In e si è raccontato a cuore aperto con Mara Venier, parlando per la prima volta di uno dei momenti più difficili della sua vita privata. È stata proprio la conduttrice ad introdurre l’argomento: “Sono due anni che sta chiuso dentro casa. Ha avuto una crisi esistenziale. Ho provato a dargli una mano, ma niente da fare”. “Sì, ho conosciuto la depressione, sono stato fermo 4 anni. Non avevo più voglia di fare niente”, ha confidato quindi D’Angelo spiegando che la malattia è arrivata dopo la morte dei genitori, a cui era molto legato.

“La depressione non ti fa ridere, non ti fa sognare. Si diventa una nullità. È inspiegabile se uno non tocca con mano”, ha detto il cantante. Se è riuscito a uscirne è stato solo grazie alla vicinanza della sua famiglia, in particolare di sua moglie Annamaria: “Non mi ha mollato un secondo”, ha raccontato a Mara Venier, svelando poi come sia stato suo figlio a dargli la spinta per riprendere in mano le redini della sua vita. “Una mattina mi sono svegliato e ho visto che mio figlio era grande e così dovevo io vivere per loro”, ha conclusoNino D’Angelo tra gli applausi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Verissimo, Dodi Battaglia ricorda la moglie morta per un tumore al cervello: “È più dura di quello che potessi immaginare”

next
Articolo Successivo

Ora solare 2021, il momento del cambio: ecco quando bisogna tirare le lancette indietro. Addio all’ora legale?

next