Legalizzazione dell’eutanasia? Finalmente siamo alla stretta finale, penso che potremmo concludere l’istruttoria in Commissione per approdare in Aula entro la fine dell’anno. Certo, siamo in ritardo su questo percorso che si è allungato anche perché c’è stato un ostruzionismo, che peraltro ancora non si è fermato, da parte del centrodestra, indisponibile anche soltanto al dialogo“. Così, ai microfoni di “Ma cos’è quest’estate”, su Radio24, si pronuncia Alfredo Bazoli, deputato Pd e relatore del progetto di legge sull’eutanasia, all’indomani del raggiungimento delle 500mila firme per il referendum.

“Il Parlamento è un po’ in ritardo – spiega – Noi ormai abbiamo in gestazione da ben tre anni questa proposta di legge in Commissione Giustizia e Affari Sociali alla Camera. Abbiamo aspettato molto tempo anche perché nel frattempo sono intervenute le decisioni della Corte costituzionale, che hanno un po’ cambiato il quadro normativo nel quale ci stavamo muovendo. Adesso siamo alla stretta finale perché abbiamo approvato un testo base a luglio in commissione e il 6 settembre prossimo scadono i termini per gli emendamenti“.

Bazoli torna sull’ostruzionismo attuato dal centrodestra: “Si è messo di traverso a qualsiasi discussione e a qualunque dialogo per cercare un consenso largo su questa legge. Io, come relatore, nel gestire questa vicenda mi sono sempre ispirato alla necessità di un dialogo largo, perché su temi così delicati e importanti penso che le leggi approvate in Parlamento debbano avere il consenso più largo possibile. Nonostante lo sforzo che abbiamo fatto, anche nella realizzazione di un testo base molto pulito e privo di asprezze o di punti particolarmente contestabili – conclude – abbiamo trovato da parte del centrodestra un atteggiamento molto pregiudiziale e indisponibile a trovare punti di sintesi. E questo obiettivamente ha rallentato molto anche l’iter della legge in Commissione Giustizia. Mi auguro che alla ripresa dei lavori ci sia una disponibilità maggiore da parte del centrodestra a trovare dei punti di sintesi sui quali arrivare a un accordo, in modo da portare a termine la legge”

LA SEZIONE SPECIALE DE ILFATTOQUOTIDIANO.IT SULLA RACCOLTA FIRME

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Afghanistan, i sindaci pronti ad accogliere le famiglie dei collaboratori in fuga dal Paese. L’Anci: “A disposizione la nostra esperienza”

next
Articolo Successivo

Roma, l’ultima seduta del consiglio si chiude con il no dell’opposizione a razionalizzare le partecipate. M5s: “Sconfitta per la città”

next