È unanime il cordoglio per la morte di Gino Strada, il medico fondatore dell’ong Emergency che ha dedicato tutta la sua vita ad aiutare gli altri scomparso oggi 13 agosto a 73 anni. Sono già tantissimi i commenti apparsi sui social network alla notizia della sua scomparsa: “Avremmo dovuto incontrarci a Settembre. Sarebbe stato un onore immenso stringerti la mano. Che dispiacere.Ciao Gino. Oggi l’Italia perde un grande uomo”, ha scritto Fedez sui social. E Vasco lo ricorda con queste parole: “Una vita interamente dedita a combattere in nome di un’utopia: un mondo senza guerra, dove la Medicina è al servizio degli ultimi. Ha onorato la vita e il diritto alla dignità personale. Ha creduto in un mondo migliore, e l’ha reso possibile. Viva Gino Strada”. Alla sua voce si unisce quella di Lapo Elkann: “Sono profondamente dispiaciuto per la scomparsa di Gino Strada. Pace a questo uomo di Pace. Grazie”.

“Ciao Gino. Tu sì che hai amato gli ultimi facendo tutto ciò che hai potuto per loro. Averti conosciuto è stata una rivelazione e una enorme lezione. Ora riposati. Mancherai al mondo”, è il ricordo di Luciano Ligabue su Twitter. E Giorgia: “Gino Strada rendeva questo mondo un posto migliore, oggi è per tutti noi una grande perdita”. Ancora, Gabriele Corsi: “Io non sono pacifista. Io sono contro la guerra. Se uno di noi, uno qualsiasi di noi esseri umani, sta in questo momento soffrendo come un cane, è malato o ha fame, è cosa che ci riguarda tutti. Ci deve riguardare tutti”. Sempre dal mondo della musica, Daniele Silvestri: “Gino mio. Gino nostro. Gino di tutti. Gino degli indifesi, dei feriti, Gino in guerra contro ogni guerra, sempre. Lasci un mondo che ti ha fatto incazzare quasi ogni giorno, eppure ‘sto mondo di merda è un po’ meno di merda grazie a te… “, ha scritto.

Per alcuni Strada era un “uomo che riusciva a sentire il ‘dolore’ senza voltarsi da un altra parte“, per altri è stato una persona “generosa e insostituibile e “tale rimarrà nel cuore di chi ha salvato e conosciuto”. Tanti i nomi noto che tributano un omaggio al chirurgo scomparso. “Era il volto dell’altruismo, mancherà a sua coscienza critica”, le parole di Vittorio Sgarbi. “Credo che il modo migliore per onorare un filantropo come Gino Strada sia fare una donazione per la sua Emergency”, ha scritto invece Loredana Bertè rilanciando le coordinate bancarie dell’ong. La showgirl Stefania Orlando ha invece ricondiviso il toccante post della figlia di Gino, Cecilia Strada, commentando: “Non l’ho mai incontrato ma l’ho sempre ammirato, era un uomo con umanità, sensibilità e generosità ineguagliabili, allo stesso tempo forte e determinato. Un esempio per tutti noi. Condoglianze alla famiglia”. “È stato un onore conoscerti e contribuire alla tua causa. Ciao Gino, eri un ganzo”, ha scritto ancora Ermal Meta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nadia Toffa, due anni fa la morte per il cancro: i colleghi de “Le Iene” la ricordano così

next
Articolo Successivo

Morto Gino Strada, Fabio Fazio: “Nel suo cuore tutto il bene del mondo”. Moni Ovadia: “Il momento più sacro per lui era quando operava un neonato e lo salvava”

next