Jorginho alza un altro trofeo, a un mese esatto dal trionfo europeo degli Azzurri a Wembley: è la Supercoppa Europea, vinta dal Chelsea contro il Villareal nella finale di Belfast. Arrivato ai calci di rigore, l’italiano non ha sbagliato il tiro dal dischetto, freddissimo come lo era stato con altri spagnoli – quelli della nazionale nella semifinale di Euro 2021. E mentre i fotografi lo immortalano con i parastinchi della nazionale italiana che spuntano da sotto i calzettoni, il centrocampista si gode il terzo trofeo europeo dell’estate, dopo la Champions League – sempre con il team inglese – e la storica vittoria dell’Italia l’11 luglio.

Forse l’Inghilterra e il colore azzurro sono due elementi che, messi insieme, propiziano successi al numero 8 della nazionale. Sta di fatto che nessun italiano può vantare un simile record: tre finali europee giocate e vinte in un anno solare. Un tris che manca persino a Cristiano Ronaldo, che nel 2016 si aggiudicò Champions ed Europei con il Portogallo, ma non fu convocato per la finale di Supercoppa tra Real Madrid e Siviglia. Il regista è nel suo anno finora migliore, con 43 presenze nel Chelsea durante la stagione 2020-2021, e il ruolo di protagonista nell’Italia di Mancini.

Partito dall’Hellas Verona in Serie B, ora Jorginho è in vetta al calcio europeo. E comincia a vedere il Pallone d’Oro all’orizzonte. Sui social i tifosi lo reclamano per lui, ma è ancora presto: nonostante Jorginho sia al momento uno dei giocatori più quotati in lizza, mancano ancora mesi alla premiazione ufficiale. E i concorrenti non sono certo da meno: insieme lui, anche Messi e il compagno di nazionale Donnarumma sono favoriti alla vittoria del più importante trofeo individuale del calcio giocato.

Articolo Precedente

Més que un caos: il salary cap della Liga e la scellerata gestione Bartomeu a Barcellona

next
Articolo Successivo

Ti ricordi… Thomas Ravelli, il portiere della Svezia per antonomasia

next