O si riducono le emissioni di gas serra in maniera drastica e immediata, o non sarà più possibile contenere l’innalzamento della temperatura media globale entro gli 1,5/2 gradi centigradi, con tutte le calamità naturali che ciò comporterebbe. È questo l’allarme lanciato dall’Onu poche ore fa. Un monito severo, ripreso dalla stampa di tutto il mondo al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

In Francia, si è deciso di andare anche oltre, mettendo al bando le pubblicità dei combustibili fossili, cioè benzina, gasolio e altri derivati di origine estrattiva. Una misura di legge che fa parte del pacchetto “Climate & Resilience” e che arriva al termine di un processo di revisione durato diversi mesi. L’entrata in vigore della norma è attesa per la metà del prossimo anno, mentre dal 2028 sarà pure vietato pubblicizzare i veicoli maggiormente inquinanti.

Potrebbero rientrare in quest’ultima categoria le automobili con emissioni di CO2 omologate superiori a 123 g/km, le stesse che non potranno più essere immatricolate a partire dal primo gennaio 2030. Con le norme contenute nel pacchetto “Climate & Resilience” sarà altresì obbligatorio indicare l’impatto ambientale dei prodotti sponsorizzati negli annunci pubblicitari, con applicazione immediata per i settori dell’automotive e degli elettrodomestici.

Misure simili, peraltro, potrebbero essere presto riprese anche in altri Paesi. A cominciare dall’Inghilterra, dove, pochi giorni fa, è stato ritirato dalle radio lo spot di un’auto sportiva di una nota marca tedesca: nella pubblicità, infatti, si utilizzava il rombo del motore come elemento emozionale della réclame. Una trovata che, prevedibilmente, ha scatenato polemiche sull’opportunità di “sgasare” deliberatamente in tempi di cambiamenti climatici.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, Biden vuole che il 50% delle auto immatricolate entro il 2030 siano elettrificate. Ma Senato e sindacati remano contro.

next
Articolo Successivo

Volkswagen bandisce i wurstel dalla mensa aziendale. Scoppia il caso “Salsiccia gate”?

next