Voleva superare il record mondiale Alex Harvill, noto stunt-man motociclistico che, nella giornata di giovedì 17 giugno, si è schiantato mentre si allenava per un salto dal record mondiale. Il giovane sportivo, 28 anni, stava cercando di lanciarsi da una rampa di oltre 106 metri al Mokes Lake Airshow di Washington quando non ce l’ha fatta e si è schiantato a terra, rotolando per decine di metri. Un volo che si è rivelato mortale.

Lo riporta la CNN insieme alle dichiarazioni dello sceriffo della contea di Grand Craig Morrison: “Le nostre più sentite condoglianze vanno alla famiglia, agli amici e alle persone care di Alex”. In giornata sarà eseguita l’autopsia per determinare con certezza “le cause e le modalità” della morte di Alex. Il giovane lascia la moglie e due figli, di cui uno nato solo un mese fa. Tanti i commenti pubblicati sui social per ricordarlo: “Riposa in pace fratello”, ha scritto qualcuno. Oppure: “RIP. Resterai per sempre una leggenda”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bambina di 2 anni muore dopo aver ingoiato la pila a bottone di un telecomando: “Fatali le lesioni interne causate dall’acido”

next
Articolo Successivo

Digby, il cane eroe che ha salvato la vita a una donna che si stava gettando da un ponte

next